Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Mts. Koenraadt-Heerink supera i 20 ettari di coltivazione

"Per coprire i costi, le rese delle patate dolci olandesi devono essere maggiori"

Cinque anni fa, la Mts. Koenraadt-Heerink ha iniziato a coltivare in via sperimentale le patate dolci nei Paesi Bassi. Nel corso degli anni, la superficie è cresciuta da meno di 1 ettaro a 3, po a 12 e quest'anno a 20,5 ettari. Anche se Thijs Koenraadt dice di non aver ancora realizzato alcun profitto, la domanda delle patate dolci locali, è notevolmente aumentata.

"Ecco perché continuiamo a vedere un futuro in questa coltura. Ma la coltivazione su piccola scala non è fattibile. La superficie dell'anno scorso ha prodotto da 40 a 45 tonnellate lorde per ettaro. Per coprire i costi, abbiamo bisogno di produrre di più", esordisce Thijs.

"Per quanto riguarda il costo, anche se destinato all'industria delle patatine fritte, è una coltura impegnativa economicamente. A causa del prezzo elevato dei materiali di trapianto, è ancora più costoso coltivarli per il mercato del fresco". Una parte delle patate dolci di Thijs viene venduta sotto contratto, e il resto al mercato del fresco. Il coltivatore, i suoi genitori e suo fratello sono soci in una azienda di 160 ettari. Thijs coltiva le sue patate dolci sotto film biodegradabile. "Rispetto ad altri coltivatori olandesi, coltiviamo su un terreno abbastanza pesante che abbiamo notato ha un effetto benefico sulla qualità post-stoccaggio", spiega Thijs.

La maggior parte delle patate dolci che Thijs coltiva in stagione è della varietà Bellevue (12 ettari). Seguono le varietà Covington (7,5 ettari) e Beauregard (1 ettaro). "Bellevue è la migliore varietà per il mercato del fresco. La forma è molto importante per la vendita al dettaglio. Le patate dolci, ad esempio, non dovrebbero essere troppo lunghe. Devono avere una bella forma. L'industria invece non si preoccupa della forma. Anche le Bellevue si conservano molto bene. Ne abbiamo ancora alcune in magazzino come sperimentazione, e rispondono bene. Non è un problema fornire patate dolci olandesi per tutto l'anno".

Nuove catene
"Non siamo preoccupati per le vendite. La domanda di patate dolci coltivate nei Paesi Bassi è in crescita", afferma Koenraadt. La concorrenza delle patate dolci nordamericane è gestibile, dice Thjis. "È piuttosto costoso portare questi tuberi in Europa".

"Sentiamo più la concorrenza dell'Egitto", continua Thijs. Tuttavia, secondo lui, sta diventando sempre più difficile utilizzare l'industria come rimpiazzo. "Il settore del trasformato si sta orientando sempre di più verso la varietà Covington, che ha un contenuto di sostanza secca molto più elevato. Sta diventando più difficile vendere all'industria le Bellevue di classe II".

Ci sono anche molte altre sfide, come la scavatura senza danni. Ma, poiché si tratta di un raccolto relativamente nuovo, si è proceduto per tentativi ed errori. "Abbiamo dovuto capire da soli. Ci scambiamo esperienze con molti altri coltivatori esperti, ma non aiuteremo i nuovi coltivatori a iniziare. Abbiamo investito troppi soldi, ed è stato un percorso di apprendimento molto impegnativo".

"Raggiungere rese più elevate, preservandone la qualità, è la nostra sfida più grande. Speriamo di ottenere un profitto con una superficie più ampia. Con 40 tonnellate per ettaro puoi a malapena pagare i costi, con 50 tonnellate nette, cominci a ottenere dei profitti. L'aumento dei prezzi di vendita è un altro modo per rendere il raccolto più redditizio. Ma, a causa della concorrenza delle patate dolci importate, questo obiettivo rimane ancora difficile da raggiungere", afferma Thijs.

L’azienda non coltiva ancora patate dolci viola. "Un supermercato ci ha chiesto di coltivarle per Natale, ma ci hanno contattato verso la fine della stagione, quando avevamo già ordinato il materiale di trapianto. Inoltre, c’è un bel po' di lavoro da fare per un piccolo volume. Con un aumento strutturale della domanda di patate dolci viola, potrebbe diventare più interessante. Sebbene questa coltura produca meno per ettaro, le persone sono disposte a pagare prezzi elevati per questa varietà".

Nuova linea di lavaggio
Per la prossima stagione, la Mts. Koenraadt-Heerink ha investito in una nuova linea di lavaggio da un fornitore regionale. "Verrà installata a ottobre. Ci stiamo muovendo verso un concept di lavaggio completamente diverso, che pulisce perfettamente le patate dolci, senza danneggiarle. Durante i test, abbiamo scoperto che questo metodo migliora notevolmente la conservazione delle patate dolci lavate. Stiamo anche sviluppando il nostro marchio per il mercato del fresco. Continuiamo a investire e, alla fine, riusciremo a coltivare patate dolci olandesi in modo redditizio", conclude Thijs.

Per maggiori informazioni:
Thijs Koenraadt
Mts. Koenraadt-Heerink
15 Tollebekerweg
8309 RJ, Tollebeek - Paesi Bassi
Tel.: +31 (0) 681 476 458  
Email: thijskoenraadt@hotmail.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto