Mocerino Frutta Secca Srl

I canali social come principale mezzo di contaminazione della cultura gastronomica

"La bella stagione è alle porte e l’aumento delle temperature influenza i consumi. Nel contesto estivo, il mercato della frutta secca asseconda la voglia di freschezza: come già nel 2021, anche quest’anno si conferma un incremento della domanda del 15% rispetto al primo semestre. In particolare di prodotto in granella per la produzione di gelati, nello specifico granella di pistacchio, di mandorle e di nocciole". Così Carmela Ragosta, responsabile controllo qualità dell'azienda campana Mocerino Frutta Secca.

In foto, Carmela Ragosta, responsabile controllo qualità dell'azienda campana Mocerino Frutta Secca

Mocerino Frutta Secca è un'azienda a conduzione familiare, fondata nel 1957 a Somma Vesuviana (NA). Giunta oggi alla terza generazione di imprenditori, è tra i principali operatori nel comparto, sia in Italia sia all'estero. La gamma dei prodotti a marchio è ampia, tra noci, nocciole, mandorle, ma anche prodotti per il benessere quotidiano, come zenzero e frutta disidratata, oltre al variegato mondo delle migliori bacche: goji, mirtilli e tante altre.

"La qualità dei prodotti finiti - dice Carmela Ragosta - dipende esclusivamente dalla qualità delle materie prime. Negli anni, abbiamo attivato un lavoro di severa selezione dei partner fornitori, costruendo nel tempo relazioni consolidate e durature nell'approvvigionamento di produzioni eccellenti".

"Must del momento - spiega la responsabile alla qualità - sono le farine per la produzione di paste di zucchero. Con il ritorno alla normalità e la ripresa degli eventi ludici, l’industria pasticciera si vede impegnata a pieno ritmo nelle preparazioni dolciarie e nella sperimentazione di nuovi sapori. Ma sono i canali social il principale mezzo di contaminazione della cultura gastronomica; ne è un esempio la noce Pecan, tipicamente americana, utilizzata nella preparazione del gelato. Una tendenza assorbita anche dai gelatieri nostrani. Allo stesso modo i semi di zucca sgusciati, utilizzati in America come spuntino già negli anni cinquanta, sono stati riportati in auge nel contesto del benessere pubblicizzato dai fautori della dieta mediterranea".

Note di sapore orientale si ritrovano sempre più spesso nei piatti della cucina tradizionale: non più solo arachidi tostate e snack a base di mais ad accompagnare le olive nell’ora dell’aperitivo, ma sfiziosi assaggi di sushi, arricchiti con mandorle affettate o insalate di alghe insaporite da zenzero a fette disidratato.

"Secondo recenti tendenze di mercato - conclude Carmela Ragosta -  nell’ultimo decennio si è registrata una preferenza del 10% dei menu giapponesi. Menù dove la frutta secca ancora una volta si ritaglia il suo ruolo di prestigio: in particolare parliamo di frutta secca disidratata come mirtilli essiccati, banane e mango. Disidratati che ritroviamo nel famoso “Frushi”, ovvero il sushi alla frutta cn base di riso".

Per i più fantasiosi, inoltre, molti blog stanno proponendo spuntini che ricordano proprio l'aspetto del sushi: palline di granola con frutta secca tritata e polvere di cocco, ricoperte da una fetta di mango a richiamare il classico “sushimi”, oppure del semplice riso arrotolato a imitare il comune “uramaki”, con all’interno un pezzetto di fico secco. Insomma un modo alternativo per ingannare il palato e entrare nel club dei sushi lovers.

Contatti:
Mocerino Frutta Secca Srl
Via Pizzone, 5
80049 Somma Vesuviana (NA) - Italy
Tel.: 06 91629042
Cell.: +39 329 079 8950
Email: info@abicci.it
Web: www.frutta-secca.it


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto