Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Previsto un modesto aumento nel raccolto 2022 delle uve da tavola israeliane

Per quest'anno si stima un modesto aumento di poco più del 7% per il raccolto di uva israeliana del 2022, la cui raccolta è appena cominciata. Solo il 5% circa della produzione annuale viene esportato, mentre il 95% è destinato al consumo locale.

Secondo Eyal Raban, del ministero dell'agricoltura israeliano, il raccolto totale dello scorso anno è stato di 65.000 tonnellate e si stima che per la stagione in corso arriverà a circa 70.000 tonnellate. "La raccolta è iniziata con le varietà Early Sweet e precoci nelle serre e terminerà a novembre. Circa il 95% della frutta viene commercializzata sul mercato locale, mentre il 5% viene esportato nei Paesi europei e in particolare in Inghilterra, nel Regno Unito".

Date le condizioni desertiche di Israele, l'area di produzione dell'uva da tavola è piuttosto limitata a circa 3.000 ettari. "Ogni anno ci sono nuove piantagioni di circa 250 ettari. Negli ultimi anni c'è stato un lento aumento nel settore dell'uva da tavola", spiega Raban.

Le prime cinque varietà in termini di volumi coltivate a Israele sono la Early Sweet (bianca precoce), la Big Pearl (bianca precoce), la Rocky (bianca media), la Crimson (rossa tardiva) e la Scarlotta (rossa tardiva).

Purtroppo Israele non esporterà molte uve in questa stagione e quasi tutte saranno destinate al mercato locale, secondo Eitan Zvi, vicepresidente marketing di Galilee Exports, secondo esportatore israeliano. Il motivo è da ricercare nell'Egitto e nell'India, che si trovano nella stessa finestra di commercializzazione, e nell'impossibilità per Israele di competere con i loro prezzi. Entrambi i Paesi, inoltre, hanno a disposizione volumi sostanzialmente maggiori da esportare sui mercati mondiali.

"Israele non esporterà quest'anno, tutto sarà destinato al mercato interno, mentre l'anno scorso non è stato esportato niente. Nelle estati del 2020 e del 2019 sono state esportate solo poche centinaia di tonnellate. Sembra che nei prossimi anni anche queste tonnellate saranno destinate al mercato interno. Israele non può competere con i prezzi di Egitto e India", spiega Zvi.

Per maggiori informazioni:
Eyal Raban
Israel Ministry of Agriculture
+972 3 9683215
www.agri.gov.il/en/home/default.aspx

Eitan Zvi
Galilee Exports
+972-3-6539014
eitan.z@galil-export.com 
www.galilee-export.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto