Kai Brandt - EIMA Engineering:

"Processo di pelatura a basso consumo energetico che richiede poco vapore"

In tempi di aumento dei prezzi dell'energia, nell'industria alimentare sono particolarmente richieste le macchine ad alta efficienza energetica. La EIMA Engineering Ltd, società di ingegneria meccanica con sede in Bassa Sassonia (Germania), ha incrociato questa tendenza e si è posta l’obiettivo di soddisfare i trasformatori con processi ad alta prestazione e, soprattutto, a risparmio energetico. Recentemente è stata presentata al Fruit Logistica l'ultima generazione della collaudata linea di pelatura a vapore (DS05-16 Monsoon) per patate e verdure.

"Rispetto al modello precedente, la pelatrice a vapore ottimizzata ha una resa energetica inferiore, perché è possibile trasformare più volumi nello stesso processo. In poche parole: possiamo trasformare più volumi con la stessa quantità di vapore, il che significa utilizzare meno risorse. Inoltre, la temperatura del vapore è inferiore mentre la produzione rimane la stessa", afferma Brandt, descrivendo i vantaggi del processo ottimizzato. La tecnologia è utilizzata principalmente per la trasformazione di patate, ortaggi di campo (barbabietole, carote, e altri) e ortaggi a frutto.


La nuova generazione della pelatrice a vapore Monsun DS05-16. Foto: EIMA Engineering

Efficienza energetica prima di tutto
"Alla luce dell'attuale situazione energetica, per noi non è la velocità del ciclo in sé, ma è l'efficienza che gioca il ruolo più importante. In termini di generazione di energia, vogliamo operare nel modo più conveniente possibile, che nella pratica quotidiana significa in primo luogo utilizzare meno energia possibile", continua Brandt.

Questa efficienza in termini di tecnologia dell'impianto si estende anche al resto della gamma di prodotti. Brandt dice: "Abbiamo ad esempio una macchina in cui sono integrati sia l'unità di lavaggio a spruzzo che l'unità spazzola. Ciò significa che l'acqua utilizzata in un'area può essere riutilizzata in un'altra. Di conseguenza, anche il consumo di energia si riduce notevolmente".

Igiene e sicurezza del processo
Secondo Brandt, è necessario anticipare la normativa futura in termini di utilizzo delle risorse e dell'energia. "Personalmente, penso che tra cinque o al massimo dieci anni non sarà più consentito generare vapore. Ciò significa che devi pensare al futuro, da un punto di vista energetico". Oltre all'efficienza energetica, l'igiene è un fattore chiave nell’attuale processo di trasformazione, secondo Brandt. "La discussione è iniziata lentamente alcuni anni fa e ora viene messa in pratica. Stiamo anche lavorando attivamente per aumentare la sicurezza del processo di trasformazione".

Trasformatori di medie dimensioni per l'industria su larga scala
EIMA Engineering si dedica allo sviluppo e alla distribuzione di tecnologia impiantistica di alta qualità, principalmente per l'industria della carne e degli ortaggi. "Nel settore orticolo, serviamo grandi impianti industriali, ma anche agricoltori che vogliono affinare i propri raccolti. Come è noto, quest'ultimo segmento di mercato ha sofferto molto durante la pandemia. Per fortuna ora è in ripresa, fatta eccezione per le vendite alle mense e alle cucine commerciali. Quello con cui dobbiamo fare i conti è la ricerca quotidiana dei materiali. Tuttavia, ci siamo posti l’obiettivo di risolvere questi problemi nel lungo periodo e offrire alternative in caso di difficoltà di qualsiasi tipo".


Kai Brandt (secondo da sinistra) e il team a Fruit Logistica 2022

Per maggiori informazioni:
Kai Brandt
EIMA Engineering GmbH
Käthe-Kruse-Strasse 14
26160 Bad Zwischenahn - Germania
+49 4403 62245- 0
info@eima.de 
www.eima.de


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto