Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Spagna

La Catalogna perde il 70 per cento della sua produzione di pesche e nettarine a causa di gelo e grandine

Secondo i dati presentati recentemente da Afrucat, l'Associazione delle imprese frutticole della Catalogna, e dal DACC, il dipartimento per l'azione per il clima, l'alimentazione e l'agenda rurale, il potenziale produttivo catalano per le pesche e nettarine si ridurrà di circa il 70%, attestandosi a 166.910 tonnellate. Questo sarà il secondo anno consecutivo in cui gli incidenti meteorologici hanno seriamente colpito la produzione catalana.

Lleida raccoglierà il 70% in meno di pesche e nettarine (149.570 tonnellate); Tarragona, il 68% in meno (12.050 tonnellate); Barcellona, il 59% in meno (2.500 tonnellate); e Girona, il 22% in meno (1.440 tonnellate).

Le gelate di inizio aprile hanno rovinato gran parte della produzione. Si è trattato della gelata più grave degli ultimi 40 anni. Sempre ad aprile (il 20 e il 23) due grandinate hanno danneggiato alcune aree produttive. La prima non ha causato danni significativi, ma la seconda ha colpito circa 500 ettari.

Previsioni di raccolto per ciliegie, susine e albicocche
Secondo le previsioni, anche il raccolto di ciliegie e susine subirà un drastico calo, con una riduzione del 36% per il raccolto di ciliegie, che scenderà a 5.287 tonnellate, e del 47% per il raccolto di susine, che diminuirà a 2.622 tonnellate.

Inoltre, si prevede un ritardo nella raccolta tra i 5 e i 12 giorni su tutto il territorio.

Per quanto riguarda le albicocche, già lo scorso aprile erano state rese note le previsioni che annunciavano una perdita del 67% della produzione catalana e un calo dell'85% di quella aragonese, con volumi di raccolta stimati rispettivamente a 2.970 tonnellate e 2.988 tonnellate.

Per maggiori informazioni:
Afrucat
Carrer del Corregidor Escofet,64 Edifici Espai Fruita
25005 Lleida - Spagna
+34 973 22 01 49
www.afrucat.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto