Marcel van Rooijen - Trofi:

"Il nuovo programma Fairtrade si ritorce contro perché guarda al problema in modo troppo occidentale"

Di recente, FreshPlaza ha pubblicato la notizia che un rivenditore in Germania intende utilizzare la strategia del commercio equo e solidale che supporta i salari di sussistenza nelle piantagioni. Tuttavia, secondo l'importatore Marcel van Rooijen di Trofi, questa decisione ha anche un lato negativo.

"Uno dei miei fornitori fa le cose in modo diverso da anni. Fornisce strutture scolastiche per i figli dei dipendenti nelle piantagioni, fornisce cibo caldo ai dipendenti in modo che non debbano andare al lavoro con lo stomaco vuoto e paga ai suoi dipendenti un salario locale e modale", spiega Marcel.

"Con la regola che il commercio equo e solidale sta imponendo, i soldi finiscono subito e i bambini non ricevono più scuola e assistenza, i dipendenti arrivano al lavoro a stomaco vuoto e c'è meno controllo sociale. Nel complesso è bello pensare al Fairtrade, ma ora ci si sta ritorcendo contro, perché si guarda ai problemi da un punto di vista troppo occidentale invece che da un punto di vista pratico".

"Per questo fornitore ciò significa che ora smetterà di usare il commercio equo e solidale perché non vuole avere un doppio costo - continua Marcel - Si tratta di aziende che fanno di tutto per offrire un buon impiego alle persone. Siamo totalmente d'accordo che un produttore debba conformarsi ai programmi sociali, ma i salari non possono farne parte. Le differenze tra i Paesi sono troppo grandi".

"Osserviamo la stessa cosa con certificazioni come Rainforest Alliance, che determineranno anche quanto uno spedizioniere pagherà il suo personale. A mio parere questo è un passo eccessivo che va a vantaggio delle agenzie di certificazione, che in questo modo guadagnano più potere e denaro", conclude l'importatore.

Per maggiori informazioni:
Marcel van Rooijen
Trofi
Harnaschdreef 10
2635 BT Den Hoorn - Paesi Bassi
+31 (0) 180 330825
marcel_van_rooijen@trofi.nl  
www.trofi.nl


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto