La mela è il frutto serbo più esportato, il lampone è il più redditizio

"L'anno scorso, la Serbia ha esportato frutta per un valore record di 824,1 milioni di euro, principalmente mele, mentre il lampone è stato il frutto da esportazione più redditizio", ha affermato l'analista agrario Goran Djakovic.

Djakovic ha sottolineato che, nel primo trimestre di quest'anno, le esportazioni di frutta sono aumentate del 24% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, e ha aggiunto: "L'anno scorso la Serbia ha guadagnato esattamente 206 milioni di euro dall'esportazione di lamponi, mentre quest'anno la cifra è di 256 milioni di euro". I successivi nella lista dei frutti da esportazione più redditizi sono le more e le ciliegie.

"La dinamica delle esportazioni di frutta è la stessa di prima, fatta eccezione per l'esportazione verso la Federazione Russa. La domanda è buona e siamo entrati in nuovi mercati come Egitto, India e Indonesia, soprattutto con le mele", ha affermato Djakovic.

Djakovic spiega che, a causa della guerra in Ucraina, una parte delle esportazioni di frutta vengono portate in Bielorussia e l'altra in Estonia, e poi questi Paesi riesportano i frutti verso la Russia, il più grande mercato di mele per la Serbia.

Djakovic afferma anche che le fragole sono un prodotto d’esportazione estremamente interessante e difficile da produrre. Egli aggiunge che il clima in Serbia è molto favorevole per la coltivazione delle fragole, che sono di qualità migliore rispetto a quelle greche. Secondo Djakovic, le fragole serbe sono molto apprezzate da tedeschi, belgi e francesi.

Fonte: SerbianMonitor.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto