Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

I dati di GfK Consumer Panel

Negli ultimi 12 mesi i limoni sono stati acquistati dal 70,9% delle famiglie italiane

I limoni sono in assoluto tra le categorie più penetrate nell'ortofrutta nelle famiglie Italiane. Negli ultimi 12 mesi terminanti a febbraio 2022, il Consumer Panel di GfK Italia ha misurato che il 70,9% delle famiglie, pari a oltre 18 milioni, ha acquistato almeno una volta limoni per consumo domestico. Anche la frequenza di acquisto è elevata e pari a 8,2 volte in media per famiglia/anno, mentre è contenuta la spesa media per atto, inferiore ai 2 euro per atto di acquisto. La quantità media acquistata per atto per famiglia è pari a 800 grammi di prodotto.

In un contesto però di forte sviluppo dei consumi domestici degli ultimi due anni caratterizzati dalla pandemia, che ha comportato per la gran parte delle categorie del largo consumo dei notevoli incrementi di acquisti negli ultimi due anni, per i limoni si è verificato un picco di penetrazione nell'anno terminante febbraio 2021 (74,6%), seguito però da un forte rientro l'anno successivo: il 70,9% di penetrazione raggiunta è infatti inferiore di 1,6 punti vs due anni fa.

Anche la frequenza di acquisto è risultata essere in calo da 8,6 atti medi di due anni fa a 8,2 dell'ultimo anno. Va detto che questo trend è dovuto però principalmente alla parte venduta a peso variabile (-4,3 punti di penetrazione rispetto a 2 anni fa) mentre la parte a peso imposto non solo cresce (+2,2 punti rispetto a due anni fa, ma -2,8 punti rispetto al picco dell'anno scorso) ma è anche preponderante in penetrazione, superando il 51% di penetrazione (lo sfuso è al 50,1%).

Interessante anche notare, come ulteriore spiegazione ai trend non brillantissimi della categoria, che si sta sempre più imponendo il succo di limone confezionato come categoria che realizza penetrazione e va incontro ai crescenti bisogni di servizio e semplificazione della vita dei consumatori Italiani. In particolare nell'ultimo anno il succo di limone pre-confezionato ha raggiunto oltre 5,5 milioni di famiglie acquirenti (erano 4,6 milioni due anni fa e 5,3 milioni l'anno scorso) e anche se è ancora lontano dai più tradizionali condimenti come olio e aceto – nel cui scaffale questi prodotti sono spesso posizionati – può vantare spesso maggiore versatilità, essendo utilizzato sia come condimento, sia per bevande calde come il tè o addirittura sempre più comunicato e posizionato come prodotto da bere la mattina con acqua per assolvere a funzioni di benessere e purificazione dell'organismo. Tutti fattori che evidentemente i limoni freschi potrebbero giocarsi più di qualsiasi prodotto confezionato, con iniziative di marketing più efficaci.

Molto importante in senso assoluto la penetrazione dei limoni nio pari a quasi 4,9 milioni di famiglie italiane, ma anche qui si nota un calo nell'arco degli ultimi due anni e soprattutto rispetto al picco dell'anno scorso, quando le famiglie acquirenti erano oltre 6 milioni.

A fronte di una penetrazione della categoria dei limoni freschi risultata come detto in calo negli ultimi due anni, tutti i canali distributivi ne risentono, compresi discount (28,5% di penetrazione) e online (5,5%), normalmente in forte crescita nel largo consumo. Attenzione massima quindi per la categoria deve essere rivolta a recupero di penetrazione, volto anche ad ottenere gli spazi migliori sul punto vendita.

Peraltro i limoni possono vantare una delle penetrazioni più stabili e meno stagionale nell'arco dell'anno e costituiscono da questo punto di vista una sicurezza di penetrazione stabile per i retailer. La penetrazione media mensile negli ultimi 12 mesi è stata pari al 30% e non si verificano picchi significativi né in positivo né in negativo tra i vari mesi, oscillando il dato in un intervallo molto ristretto tra il 25,7% e il 33,9%

Ma su quali target i limoni dovrebbero recuperare penetrazione? Sebbene la penetrazione sia elevata, un 30% circa delle famiglie non ha acquistato la categoria negli ultimi 12 mesi e questo target potenziale è particolarmente presente al Sud, in famiglie di bassa condizione socio-economica, con responsabili acquisti giovani fino a 44 anni e presenza di bambini in famiglia.

Autore: Marco Pellizzoni – Direttore Commerciale GfK Consumer Panel Italia

Per maggiori informazioni:
Daniela Mastropasqua
Business Development Manager | Consumer Panel & Services
GfK | Italia
+39 335 185 3430
daniela.mastropasqua@gfk.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto