Pere da tutto il mondo, mancano quelle italiane

Che il 2021/22 sarebbe stata un'annata avara di pere italiane si sapeva, considerate le gelate della primavera 2021. Ma già da qualche settimana numerose catene della Gdo hanno in vendita solo pere estere e i prezzi, ovviamente, non sono molto contenuti. 

Le foto sono state scattate un paio di giorni fa in un punto vendita di una catena di medie dimensioni del centro-nord Italia. 

"Anche la situazione politica internazionale - commenta un buyer della Gdo - ha complicato le cose. Il prodotto del Sudamerica è arrivato in ritardo rispetto al normale. Il costo del noleggio dei contenitori refrigerati è ancora alle stelle e tutto si ripercuote sul prezzo finale al kg. Delle pere italiane si sono perse le tracce già da marzo. L'auspicio è che nel 2022/23 si possa tornare a una disponibilità normale".  

Le pere Abate dall'Argentina sono in vendita a 4,25 euro/kg. Si tratta di un prodotto di prima qualità, che è sempre presente in controstagione sui banchi italiani. Solo che quest'anno, a causa delle gelate 2021, è l'unica Abate disponibile già da alcune settimane.  

Per soddisfare la mancanza di pere sono presenti anche le Rocha dal Portogallo. Una varietà che sta prendendo sempre più piede e che è coltivata in un paese 'vicino'. Il Portogallo si sta organizzando molto bene in questo senso con aziende di grandi dimensioni e spesso con coltivazioni monovarietali.

Altra tipologia apprezzata dal consumatore è la Decana, in questo caso coltivata in Francia. Argentina, Francia, Portogallo: a disposizione dei consumatori mancano solo le pere italiane. 


Data di pubblicazione:
© /



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto