Consumi regolari già prima di Pasqua

Alti e bassi per il comparto esotico

La situazione del comparto esotico è differente, al momento, a seconda del prodotto considerato. Consumi brillanti e regolari si registravano anche prima delle festività pasquali, e la tendenza sembra essere la stessa pure ora. Si segnalano problemi di qualità per alcune referenze, come la papaya brasiliana, per via del clima sfavorevole nel Paese, ma si parla anche di un buon mercato per altre, come il lime del Brasile.


(Foto: Giorgio Donnarumma - Nuovafrutta)

"Per il mango brasiliano spedito via mare si è registrato un drastico calo dei prezzi, dovuto in parte ai volumi di prodotto disponibile. A rallentare l'andamento, inoltre, è anche l'entrata in assortimento di nuove referenze stagionali - sostiene Giorgio Donnarumma, sales manager della milanese Nuovafrutta - Il prodotto spedito per via aerea mostra invece quotazioni stabilmente elevate: è iniziato l'invio dalla Costa D'Avorio e stanno terminando le spedizioni dal Perù. I prezzi restano comunque alti, non come due-tre settimane fa, per via dei costi fissi elevati che non consentono revisioni al ribasso".


(Foto: Giorgio Donnarumma - Nuovafrutta)

Mercato abbastanza regolare per gli avocado. "I prezzi e la domanda sono stabili, senza picchi al rialzo o al ribasso. I consumi sono buoni, anche per una maggiore conoscenza del prodotto da parte di clienti e consumatori. Dopo una leggera scarsità di prodotto, al momento i volumi in arrivo sono in aumento - continua Donnarumma - E' finita la stagione della varietà Hass di Israele e Marocco, ed è cominciata la campagna del Perù. Il prodotto peruviano ha mostrato inizialmente una qualità non ottimale, che sta migliorando man mano".


(Foto: Giorgio Donnarumma - Nuovafrutta)

"Per quanto concerne gli avocado a buccia verde, la situazione è stabile: da un mese è iniziata la campagna peruviana, in anticipo rispetto alla solita metà di maggio, e stanno per arrivare i primi volumi dal Sudafrica".


(Foto: Giorgio Donnarumma - Nuovafrutta)

Estremamente buono il mercato per il lime brasiliano. "Fino a un paio di settimane fa, i prezzi hanno toccato quota 10 euro. E continuano a oscillare intorno ai 9 euro, che è una quotazione elevata".


(Foto: Giorgio Donnarumma - Nuovafrutta)

La qualità della papaya brasiliana, invece, lascia a desiderare. Donnarumma conclude: "Purtroppo dipende dalle piogge registrate in Brasile. Non è decisamente il momento migliore per questo prodotto, ma se si ha la fortuna di avere papaya di qualità decente, le vendite sono remunerative".


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto