Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

La campagna drupacee inizia con temporali e grandine

La produzione di albicocche dovrebbe diminuire tra il 40 e il 50 per cento in Murcia

Nella settimana 16 del 2022 è iniziata la vendita, in quantità limitate, dei primi lotti di drupacee extra precoci di Murcia. In questa regione spagnola, la raccolta ha avuto un ritardo di 7-10 giorni, a causa dell'impatto delle piogge e delle basse temperature. Inoltre, zone di produzione come Cieza, Calasparra e Jumilla sono state colpite da grandinate che hanno interessato parte del raccolto precoce di drupacee.

"I temporali e le abbondanti precipitazioni, oltre alla grandine, hanno messo a dura prova la produzione prevista per maggio", afferma Santiago Vazquez, direttore dell'azienda murciana La Vega de Cieza.

"I danni da grandine devono ancora essere valutati dalla Agroseguro, anche se possiamo già affermare che le grandinate sono state molto intense su circa il 10% di un'importante area frutticola. La violenza del nubifragio ha provocato perfino la rottura di alcuni finestrini delle auto. A nord-est e nord-ovest di Murcia, la grandine è stata abbondante, ma meno violenta, sebbene abbia interessato aree di produzione più ampie", afferma il produttore ed esportatore. "I danni peggiori sono stati subiti dalla produzione precoce, la cui raccolta dovrebbe iniziare a partire dal 10 maggio".

Anche se in Murcia ci sono state alcune gelate occasionali, e i danni causati dalle piogge e dalla grandine devono ancora essere valutati, ci sarà ancora abbastanza frutta disponibile per la campagna. Tuttavia, la previsione è che si produrrà almeno il 40% in meno di albicocche nella regione di Murcia, rispetto a una campagna normale. "Il gelo e le abbondanti piogge di marzo hanno avuto un impatto sull'allegagione di alcune varietà di albicocche, e in altre aree si sono verificati problemi di marciume dei frutti a causa dell'umidità eccessiva".

Secondo Santiago Vázquez, i volumi delle drupacee di Murcia saranno limitati per altre due settimane, a causa del ritardo nella raccolta. "La campagna è iniziata con la produzione all'origine condizionata dal clima freddo e piovoso, e con un buon apprezzamento a destinazione, grazie al bel tempo in gran parte del centro e nord Europa. Le vendite sono iniziate a ritmi sostenuti e c'è interesse sui mercati".

Secondo il direttore di La Vega de Cieza, la preoccupazione maggiore sta nel riuscire a trasferire il forte aumento dei costi di input sui prezzi finali. "I prezzi di vendita dell'anno scorso hanno permesso di ottenere margini sufficienti per coprire i costi, consentendo alla maggior parte dei produttori di poter andare avanti. Quest'anno i costi di produzione sono aumentati di oltre il 40%, quindi è molto importante trasferirli sui prezzi finali, per consentire ai produttori di 'sopravvivere' un altro anno".

Per maggiori informazioni: 
Santiago Vázquez
La Vega de Cieza
+34 968455779
santiago@vegacieza.com
www.vegacieza.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto