Reportage fotografico della fiera

L'evento di Montreal della CPMA batte il record di presenze

Dal 5 al 7 aprile, la Canadian Produce Marketing Association (CPMA) ha tenuto la sua 96ma convention e fiera commerciale. Quest'anno l'evento si è svolto a Montreal, in Quebec, Canada. Per molto tempo si è temuto di non poterlo organizzare in presenza. "Lo scorso dicembre, non eravamo sicuri se si sarebbe tenuta di persona", ha affermato Guy Milette della Courchesne Larose, e presidente uscente della CPMA. Il mese scorso, finalmente la situazione si è normalizzata poiché molte restrizioni sono state revocate. "L'industria ortofrutticola è un business costruito su molte persone, e avevamo davvero bisogno di incontrarci faccia a faccia", ha aggiunto Milette. "La più grande differenza rispetto agli anni precedenti, è l'entusiasmo della gente. Tutti sono felici di essere qui".

Ron Lemaire, presidente della CPMA, è entusiasta del successo dell'evento: "Siamo così felici che l'industria si sia riunita dopo due anni e che il numero dei partecipanti ha registrato un record". George Pitsikoulis della Canadawide e membro del Comitato Esecutivo del CPMA, ha aggiunto che l'organizzazione si ritiene fortunata. "A parte la richiesta di indossare la mascherina, sostanzialmente non c'erano restrizioni. Abbiamo avuto una buona affluenza, considerato che le restrizioni in tutto il Canada sono state revocate solo di recente".

Ha partecipato un totale di 273 aziende, principalmente situate in Canada e negli Stati Uniti. Il numero di espositori al di fuori del Nord America è stato limitato quest'anno, ma alcuni dei Paesi presenti hanno incluso Messico, Belgio e Francia.

Clicca qui per il reportage fotografico della manifestazione.

Nuove tendenze di prodotto
Una delle principali tendenze osservate in fiera è stata quella dei coltivatori in serra che si sono lanciati nella coltivazione delle fragole. Inoltre, molte aziende si stanno concentrando sullo sviluppo del packaging. Gli imballaggi in carta riciclabili e, in alcuni casi, compostabili a casa, rappresentano una tendenza chiave nel settore. JASA Packaging sta lavorando al lancio di una nuova soluzione di imballaggio in carta pop-up, mentre Mucci Farms ha introdotto una serie di vassoi Linerless Label realizzati in cartone e fissati da un coperchio per stampe linerless realizzate con materiale per etichette in carta approvate per alimenti. Sambrailo ha vinto il premio packaging Product Showcase, con il suo packaging sostenibile ReadyCycle®. L'azienda ha sviluppato una soluzione d’imballaggio riciclabile al 100% e compostabile a casa.

Clicca qui per il reportage fotografico della manifestazione.

Poiché durante la pandemia, le famiglie sono rimaste a casa, la domanda di frutta e verdura in formato snack è ulteriormente aumentata, così come la domanda di referenze convenience. Sunset/Mastronardi ha lanciato i pomodori e cetrioli snack. Maglio Produce ha lanciato pezzi di mango ready-to-eat, confezionati singolarmente, chiamati Mango Cheeks. La Bard Valley Date Growers ha recentemente lanciato i Mini Medjools, datteri in formato snack.

Clicca qui per il reportage fotografico della manifestazione.

Oltre alla fiera, si sono svolti colazioni e pranzi di lavoro, sessioni educative e diversi ricevimenti. Espositori e partecipanti hanno applaudito il CPMA per l'organizzazione dell’evento. Il ricevimento di benvenuto si è tenuto al St - James Theatre, un'ex banca nel cuore della vecchia Montreal, una location molto apprezzata da tutti i partecipanti.


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto