Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Cosa ne sarà delle patate egiziane che non potranno andare in Russia?

Quale grado di incertezza potrebbe determinare la guerra in Ucraina sul settore d'esportazione delle patate egiziano? La CNIPT, l'interprofessionale francese della patata, ha cercato di rispondere a questa domanda. Infatti l'Egitto è un Paese che vende una media di 660mila tonnellate di patate ogni anno, 240mila delle quali sono vendute alla Russia, il suo principale cliente. Soprattutto considerando che la stagione di esportazione delle patate egiziane è attualmente al suo picco.

Le difficoltà nella consegna delle patate alla Russia potrebbero tradursi in un potenziale aumento delle offerte di patate novelle dell'Egitto (e in misura minore di Israele) sul mercato europeo. La Germania ha già iniziato a importare tuberi egiziani e il mercato europeo potrebbe aumentare le sue importazioni, cosa che minaccerebbe direttamente la quota di mercato della Francia, dato che il 98% delle patate francesi vengono esportate nel territorio dell'Ue.

"Indirettamente, la vigorosa concorrenza data da queste offerte di patate primaticce mediterranee potrebbe aumentare la pressione sui prezzi delle offerte negoziate", ha dichiarato il CNIPT. Il settore francese realizza più di un terzo del suo export nel periodo da marzo a maggio.

Tuttavia, c'è la possibilità che la guerra in Ucraina possa tagliare l'accesso dell'Egitto al grano russo, una fonte di cibo molto importante per la sua popolazione, il che potrebbe costringere il governo egiziano a destinare parte delle sue esportazioni di patate per il consumo interno.

Fonte: agrodigital.com / cnipt.fr


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto