Nasce il Copoi, coordinamento produttori ortofrutticoli italiani

Nasce il Copoi, coordinamento produttori ortofrutticoli italiani e ha già pronto un documento nazionale, preparato e firmato da associazioni e coordinamenti provenienti da tutta Italia, dove oltre ad auspicare una riforma agraria si affrontano questioni come la riforma del sistema delle sanzioni, della gestione delle assicurazioni nel caso di sopraggiunte calamità naturali, dei danni da fauna selvatica.

Il Copoi vuole approfondire tutte le varie e gravi criticità che incombono sul comparto sia orticolo che frutticolo per avviare una serie di interlocuzioni istituzionali. La prima richiesta è che sia convocato al più presto un tavolo di crisi permanente con una nostra delegazione composta dai vari rappresentanti dei movimenti e delle associazioni autonome di tutte le regioni italiane presenti nel coordinamento, per approfondire le tematiche esposte nel documento nazionale e trovare al più presto delle soluzioni che possano ridare senso e dignità al lavoro della terra in ogni parte d'Italia.

Nel documento si auspica, soprattutto, una riforma sia della nuova PAC, "perché così come è stata concepita dal ministero non è funzionale né al settore e né al futuro dello stesso e deve essere necessariamente rivisitata e corretta, sia la riscrittura di una parte del PNRR, il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, perché i fondi devono sostenere progetti per l'adeguamento e l'adattamento all'impatto degli effetti dei cambiamenti climatici con l'obiettivo primario di mitigarne le conseguenze sulle produzioni consentendo così, non solo di mantenere reddito e posti di lavoro, ma soprattutto continuare ad essere presenti sul mercato in modo competitivo oltre che garantire al Paese la sicurezza e la sovranità alimentare attualmente messa a rischio dalla grave situazione geopolitica".

Fonte: AskaNews


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto