La superficie è aumentata del 6,5%

Nel 2020/21 la produzione di agrumi in Egitto è stata di circa 3,4 milioni di tonnellate

"Il tasso d’inflazione dei prezzi è il più alto degli ultimi 30 anni e l'aumento dei costi coinvolge tutti i settori. Al contempo, però, la deflazione cronica dei prezzi che caratterizza da molti anni il commercio di frutta e verdura fresca non si è mai arrestata. Questo non è sostenibile, giusto? Cosa succederà, dopo? Ci sarà tempo per una ripartenza? Sono soltanto alcune delle domande che si sentono durante le riunioni dei consigli di amministrazione. In altri settori c'è chi dice "possiamo spostarci, non abbiamo radici come un albero". Ma questo non vale per i produttori di agrumi, perché sono realmente alberi". Queste le considerazioni di Abdulla Tharwat, responsabile sviluppo aziendale della Pyramids Agricultural Investment Co., nell'esaminare l'attuale stagione agrumicola in Egitto.

L'importanza degli agrumi non va sottovalutata, spiega Tharwat: "Il nostro Ministro della cooperazione internazionale, Rania Al-Mashat, ha affermato di recente che il settore agricolo egiziano contribuisce per il 14% al prodotto interno lordo (PIL), rappresentando il 28% delle opportunità di lavoro e il 55% dell'occupazione rurale in Egitto, a dimostrazione del fatto che l'industria agrumicola è molto importante per il nostro Paese".

"Nel 2020/21, la produzione di agrumi in Egitto è stata di circa 3,4 milioni di tonnellate, e l'aumento annuale delle aree di coltivazione è stato di circa il 6,5%. L'arancia è il principale raccolto agrumicolo, nel Paese, rappresentandone circa l'80% della superficie totale. Nel 2020/21, l'Egitto ha esportato circa 1,6 milioni di tonnellate di agrumi, mentre la quota egiziana nell'esportazione di agrumi in Russia è stata di circa il 18%", afferma Tharwat.

A causa delle incertezze presenti sul mercato, dice Tharwat, quest'anno hanno esportato circa il 20% in meno di agrumi, rispetto a quanto inizialmente previsto. "Ci sono stati diversi fattori che hanno avuto un impatto sui volumi programmati, come le tariffe del trasporto marittimo, l'aumento dei costi dei materiali d’imballaggio, la guerra in Ucraina e la situazione economica globale. Queste circostanze hanno portato, per la nostra azienda, a una differenza di circa il 20% tra le quantità esportate effettive e quelle pianificate".

Pyramids Agricultural Investment Co. ha iniziato a collaborare con un produttore sudafricano di agrumi, investendo in un nuovo impianto di confezionamento: "Il business della frutta fresca è diventato più facile o più difficile? Ad ogni modo, ora è il momento per le aziende frutticole di creare nuove alleanze e investire più soldi nella catena del valore. La nostra azienda, insieme a uno dei principali produttori ed esportatori sudafricani di agrumi, ha investito di recente nella costruzione di un progetto industriale agricolo in Egitto, che riguarda nello specifico:

  • Un impianto di confezionamento di agrumi con una capacità di 100.000 tonnellate all'anno
  • Linea di surgelazione IQF per frutta e verdura
  • Magazzini refrigerati con una capacità di 4.000 ton

Il 70% del progetto è già stato completato e prevediamo di avviare l'attività di trasformazione dal prossimo anno", conclude Tharwat.

Per maggiori informazioni:
Abdullah Tharwat
Pyramids Agricultural Investment Co.
Cell no. +201005027256
Tel./Fax:0020452633420
Email: Abdallah@pyramids-agriculture.com 
www.pyramids-agriculture.co 


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto