L'Ucraina è un grande produttore di verdure, ma ha un ruolo marginale nel commercio internazionale

L'Ucraina è un grande produttore di verdure. Ogni anno, il paese produce quasi 10 milioni di tonnellate di verdure, piazzandosi alla 16ma posizione a livello mondiale. La produzione di frutta ammonta a circa 2,7 milioni di tonnellate all'anno, classificando l'Ucraina come 53mo produttore di frutta nel mondo. Sul lungo termine, si è notato un calo nella produzione di frutta, mentre quella di verdura si mantiene abbastanza stabile. I principali prodotti coltivati in Ucraina sono pomodori, cavoli, zucche, mele, cipolle, cetrioli e carote.

I dati sull'import di frutta fresca
In termini di commercio internazionale di frutta e verdura fresca, l'Ucraina è principalmente un paese importatore. Dopo un leggero calo nel 2014, nel periodo di invasione della Crimea, negli ultimi anni l'import è nuovamente aumentato fino a poco meno di 1 milione di tonnellate. Negli ultimi anni, le importazioni di verdure fresche sono state chiaramente più elevate rispetto al passato, ma si aggirano intorno alle 200mila tonnellate, quindi restano comunque quantità modeste. Nel 2020, l'export di frutta e verdura fresca dall'Ucraina è stato modesto, con circa 60.000 tonnellate di frutta fresca e 70.000 tonnellate di verdura fresca.

Export di molta frutta e verdura trasformata
L'Ucraina è un esportatore molto modesto di frutta e verdura fresca. Infatti, viene esportato più prodotto lavorato. I principali gruppi di prodotti sono: verdure essiccate, specialmente piselli (valore dell'esportazione 110 milioni di euro), frutta surgelata (valore dell'esportazione 100 milioni di euro), noci sgusciate (85 milioni di euro), succhi di frutta, in particolare il succo di mela (65 milioni di euro) e pomodori lavorati (65 milioni di euro).

Importazioni da molti paesi; la Turchia il più importante
L'Ucraina importa frutta e verdura fresca da molti paesi. La Turchia è il principale fornitore, con oltre 360.000 tonnellate nel 2020. A distanza, l'Ecuador è al secondo posto con 185.000 tonnellate. Seguono Costa Rica, Egitto, Grecia, Polonia, Spagna e Colombia. I Paesi Bassi ricoprono l'11esima posizione. Le banane sono di gran lunga il principale prodotto d'importazione, seguite da mandarini, arance, pomodori, limoni, pesche/nettarine, uva e cachi.

Paesi Bassi: principalmente riesportazione di frutta fresca
Secondo Eurostat, nel 2021 i paesi dell'UE hanno esportato 190.000 tonnellate di frutta e verdura fresca in Ucraina, per un valore di 165 milioni di euro. La Polonia è stato di gran lunga il paese fornitore più importante, con 110.000 tonnellate, seguita dalla Grecia con 31.000 tonnellate (-44% rispetto al 2020) e dai Paesi Bassi con 24.000 tonnellate. La gamma di prodotti che i Paesi Bassi forniscono all'Ucraina è molto ampia. I lotti di cipolle sono il prodotto più importante, con un'esportazione di 4.000 tonnellate nel 2021. A seguire, avocado, pere, mango, ananas e arance. In breve, molte le riesportazioni.

L'UE importa volumi modesti dall'Ucraina
L'UE importa poca frutta e verdura fresca, dall'Ucraina. L'anno scorso, il volume è stato di 45.000 tonnellate. La Romania è stata il principale acquirente, seguita dalla Polonia. Le cipolle sono state il prodotto più importante, seguito dalle angurie.

Clicca qui per vedere il rapporto completo

Per maggiori informazioni:
Jan Kees Boon
Fruit and Vegetable Facts
+31 654 687 684
fruitvegfacts@gmail.com
www.fruitandvegetablefacts.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto