Louis Rosario Sarl:

"Stiamo entrando in un mercato saturo per quanto riguarda la domanda, e con molte varietà”

"Abbiamo terminato la stagione dei piccoli agrumi con la varietà Clemenvilla, e stiamo iniziando la stagione degli ibridi con i mandarini Tango, Nadorcott e Ortanique", spiega Xavier Rosario. "Sentivamo che i consumatori si stavano stancando. Quando raggiungiamo la fine della stagione di una varietà, le persone sono stanche e vogliono nuovi prodotti. I mandarini hanno un bell'aspetto e sono succosi, quindi si adattano ai desideri del consumatore".

 

I prezzi dei piccoli agrumi sono stati inferiori a 1 euro. I prezzi dei mandarini sono significativamente più alti. "Al momento, l'Orri è leggermente superiore a 2,20 euro e il Tango è di circa 1,50 euro". I prezzi alti stanno rallentando i consumi e questo potrebbe durare per tutta la stagione. "Ma tali prezzi sono giustificati, perché si tratta di varietà brevettate di cui dobbiamo acquistare le licenze", spiega Xavier Rosario.

Mercato saturo per le arance
"Abbiamo finito con la Naveline e cominciamo con la Lanelate, a cui farà seguito prima la Powell e poi la Valencia Late, un'arancia estiva per spremuta". L'elevata offerta di arance e la presenza sul mercato di arance rosse (Sanguinelli e Maltaise) stanno rallentando le vendite. "Stiamo entrando in un mercato saturo in termini di domanda, con molte varietà e una richiesta molto limitata per le arance. Come ogni anno, la domanda dovrebbe aumentare intorno a Pasqua".

Carciofi 
L'offerta dell'azienda comprende anche i carciofi Green Queen. "Tradizionalmente arrivano da Valencia, ma ora ci siamo rivolti ad Alicante, una regione che produce molti broccoli, carciofi e cavolo romanesco". La Tudela è la varietà dominante, ma sono comparse anche nuove varietà, come la Green Queen, "che si adatta molto meglio all'attuale domanda sia degli operatori che dei consumatori, perché è una varietà meno delicata della Tudela. Abbiamo anche bouquet di carciofi e Calico".

"Finora, l'avvio di stagione è stato fiacco perché a febbraio le persone non vogliono consumare prodotti primaverili. Il bel tempo di marzo favorirà il consumo, ma quest'anno i prezzi dei carciofi saranno probabilmente più alti rispetto allo scorso anno. I produttori stanno davvero soffrendo per l'aumento dei prezzi dell'elettricità, uno dei più alti in Europa, e per i prezzi rincarati del carburante, quindi chiedono prezzi equi per i loro prodotti".

Per maggiori informazioni:
Xavier Rosario
Louis Rosario Sarl
+33 (0) 4 68 68 33 11
xavier@louisrosario.com     
www.louisrosario.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto