I ritardi al cliente sono una sfida

Il clima favorevole garantisce ottima qualità e disponibilità, ancora per qualche settimana

C'è una soddisfacente offerta di fragole al momento, con frutta proveniente sia dalla Spagna che dal Marocco. Sul mercato c'è anche prodotto egiziano, ma ci sono stati alcuni problemi di qualità in questa campagna.

"La nostra stagione marocchina ha avuto un inizio lento a novembre, ma si è ripresa - ha detto Ed Velasco di Rodanto - Siamo anche a buon punto con la stagione spagnola che è iniziata a metà dicembre. C'è molta frutta in giro".

Al momento, fa abbastanza freddo in Spagna, con temperature notturne che scendono a 1 o 2 °C, ma ciò viene compensato dalle giornate molto soleggiate e dalla luna piena di notte che sta contribuendo alla colorazione dei frutti.

"Gli alti livelli di luce stanno producendo una grande qualità e una buona disponibilità che durerà per qualche settimana. Anche la stagione marocchina sta procedendo bene, dovremmo avere una soddisfacente offerta fino a metà febbraio. In questa stagione ci siamo tenuti lontani dalle fragole egiziane a causa dei problemi di qualità".

Il 1° gennaio il Regno Unito ha introdotto nuovi regolamenti doganali in linea con la Brexit, i quali prevedono che tutto ciò che entra ed esce dal Paese debba essere sdoganato e ciò sta portando a grandi ritardi mentre vengono effettuati i controlli.

"Abbiamo avuto problemi con alcuni carichi dal Marocco, cerchiamo di mantenere i carichi completi, ma questo non è sempre possibile e su alcuni dei nostri carichi groupage abbiamo sperimentato grandi ritardi. Su un camion possono esserci merci provenienti da 3 o 4, a volte 5 importatori diversi, non siamo informati in anticipo su quanti ce ne saranno e ogni importatore può usare un operatore diverso per lo sdoganamento, quindi il camion deve andare da ognuno di essi prima che alla frutta venga dato il via libera. Il più grande ritardo che abbiamo registrato è stato di 5 giorni e con un carico di piccoli frutti è davvero troppo".

La società riporta di avere un buon rapporto con il trasportatore e che si sta cercando di fare in modo che tutti gli importatori abbiano lo stesso operatore di sdoganamento per semplificare le operazioni e limitare i ritardi.

"Di nuovo, impariamo con l'andare avanti e cerchiamo di fare funzionare meglio le cose. Sembra che la DEFRA (Dipartimento dell'ambiente, dell'alimentazione e degli affari rurali del Regno Unito, ndt) sia a corto di personale e non possa farcela a gestire la situazione. Se un carico è in ritardo e la frutta deve essere distrutta, nessuno è responsabile e non possiamo fare altro che incassare il colpo".

Per maggiori informazioni:
Edward Velasco
Rodanto Ltd
+44 (0)208 150 3044
edward@rodanto.co.uk   
www.rodanto.co.uk


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto