Forte domanda di arance egiziane dalla Cina, soprattutto per la varietà Valencia

La stagione delle arance egiziane è in pieno svolgimento, ma la domanda è inferiore rispetto alla scorsa stagione. Sono ancora sul mercato le arance di altri Paesi e, inoltre, i prezzi sono più alti rispetto allo scorso anno perché sono notevolmente aumentati sia i costi di spedizione che quelli delle materie prime.

Reham Kamal, direttore internazionale marketing ed export della Mazeed Produce, afferma che l'inizio della stagione delle arance egiziane avrebbe potuto essere migliore: "L’avvio non è stato veloce come nella scorsa stagione. Stiamo già esportando in tutti i mercati di Europa, Estremo Oriente e Medio Oriente ma, in questa stagione, la domanda è molto diversa dall'anno precedente, perché sul mercato sono ancora presenti le arance provenienti da altri Paesi concorrenti, come Grecia, Spagna, Turchia e Sudafrica".

Oltre a una domanda leggermente inferiore al previsto, gli esportatori egiziani stanno anche affrontando un aumento dei costi su tutta la linea, spiega Kamal. Tuttavia, c'è una buona richiesta sul mercato cinese. "Stiamo affrontando due grandi difficoltà, in questa stagione. La prima riguarda i costi crescenti del cartone e di altre materie prime, che sono raddoppiati rispetto alla stagione precedente. La seconda sfida riguarda i costi di trasporto marittimo, significativamente più elevati. Abbiamo tariffe molto alte per la spedizione verso molte destinazioni. Queste difficoltà, combinate insieme, fanno aumentare i prezzi dei prodotti ortofrutticoli, che a loro volta hanno un effetto sulla domanda. Tuttavia, attualmente c'è una forte richiesta di arance egiziane dalla Cina, in particolare per le Valencia. Ci stiamo preparando per caricare i primi container nella settimana 4. La Cina ha i requisiti più rigorosi al mondo, ma siamo in grado di soddisfare le loro aspettative”.

Kamal spiega che la maggior parte dei commercianti di arance dovrebbe concentrarsi su tre mercati in particolare, poiché questi forniranno loro le migliori opportunità: "Gli esportatori egiziani di agrumi dovrebbero puntare ai mercati di Giappone, India e Brasile. Vediamo che la Spagna soddisfa la domanda europea, il che ci sta facendo perdere una parte importante della quota di mercato. In questo momento, gli esportatori egiziani si stanno concentrando su mercati più nuovi, come Brasile e Giappone. Cerchiamo di incrementare costantemente i volumi d’esportazione verso questi mercati, e ogni stagione è migliore di quella precedente. I prezzi più alti degli agrumi non dovrebbero mantenersi tali, perché tutti gli esportatori egiziani stanno facendo tutto il possibile per ridurre i costi".

Grazie al loro team di esperti, la Mazeed Produce è pronta a imprimere una svolta alla stagione, che ha avuto un avvio abbastanza nella media: "Abbiamo la nostra azienda e il nostro impianto di confezionamento che garantisce la qualità del nostro prodotto, dalla semina alla raccolta, dalla selezione alla trasformazione e al carico. Siamo aggiornati sulle ultime tecnologie di coltivazione, motivo per cui i nostri clienti dipendono da noi. L'affidabilità è il nostro vantaggio competitivo rispetto agli altri. Inoltre, disponiamo di un team per l'esportazione con una lunga esperienza, in grado di gestire tutti gli aspetti logistici, a partire dall'azienda agricola fino a quando il prodotto non raggiunge i nostri clienti", conclude Kamal.

Per maggiori informazioni:
Reham Kamal
Mazeed Produce
Tel: +202 26775012
Email: rkamal@aidcegypt.com 
Web: www.aidcegypt.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto