Mirontell vende macedonie di frutta alle attività di ristorazione

Le catene di approvvigionamento risultano interrotte

I tempi non sono particolarmente facili né per i commercianti di frutta fresca né per i trasformatori, come riferito da Rick Marwitz, rappresentante di vendita presso la Mirontell fein & frisch AG di Großbeeren, nel Brandeburgo (Germania).

"Le catene di approvvigionamento sono interrotte dai titolari assenti fino ai distributori e all'industria. Per soddisfare i nostri clienti, cerchiamo di mantenere il più possibile un contatto stretto con loro per soddisfare desideri e offrire loro i prodotti di cui hanno bisogno. In generale, tuttavia, il mercato non è cambiato radicalmente. Tutto è ancora in status quo. Tutti aspettano solo che si torni a una vita normale".

Rick Marwitz

Dal 2004, Mirontell vende varie creazioni di macedonie di frutta in tutta la Germania e nei Paesi limitrofi al settore cash&carry, tra gli altri, nonché a grossisti, ristoratori e organizzatori di eventi. Il core business è rappresentato dal segmento alberghiero, la ristorazione e gli eventi, settori particolarmente colpiti dalle normative anti-Covid.

Tuttavia, dall'apertura degli asili nido e delle scuole, anche la Mirontell ha avuto dei problemi. "In questo momento molti nostri dipendenti sono in quarantena perché i loro figli sono stati infettati all'asilo o a scuola. In generale, ci sono state molte interruzioni a causa delle misure di quarantena, sia tra i nostri clienti che presso la nostra azienda", ha detto Marwitz. "Nei mesi estivi, abbiamo avuto un aumento della domanda di prodotti standard e biologici. Nei mesi di lockdown, la domanda è stata di nuovo molto alta nel servizio di consegna a domicilio. In questo caso lavoriamo a stretto contatto con Amazon Fresh, che ha registrato l'aumento maggiore in questo segmento".

Misure di protezione interne
A parte la tipica crisi invernale per questa linea di prodotti, anche le normative relative al GreenPass hanno causato un calo delle vendite. "La nostra produzione non è a pieno regime in questo momento. Non prevediamo ancora alcun miglioramento a gennaio e febbraio. Tuttavia, speriamo sicuramente che l'ondata di contagi si fermi presto", ha affermato Marwitz. Secondo lui, però, la Mirontell è pronta.

"Le nostre misure di prevenzione anti-Covid sono una spanna sopra a quelle delle disposizioni di legge, perché vogliamo proteggere i nostri dipendenti ed evitare perdite di produzione. Non abbiamo dovuto annullare alcun giorno di consegna e vogliamo rimanere pienamente operativi. Inoltre, per noi è importante poter mantenere l'intera gamma di macedonie".

I dipendenti sono stati vaccinati dal medico aziendale della Mirontell, e questo ha consentito all'azienda un'elevata copertura vaccinale, ha detto Marwitz. Durante tutto questo periodo, la società non ha avuto un solo caso di positività. Le assenze dei dipendenti rientravano nella norma.

Certificazione biologica e frutta da tutto il mondo
Secondo Marwitz, l'azienda ha vissuto il crollo più pesante subito dopo il primo focolaio a marzo 2020, ma ha saputo ottimizzare questo tempo per stabilizzarsi, sviluppare nuovi prodotti ed entrare in nuovi mercati. Inoltre, ha ottenuto la certificazione biologica nell'inverno del 2020. "Nel 2021, la nostra posizione è stata decisamente migliore rispetto all'anno precedente. La domanda è stata molto soddisfacente, soprattutto per i prodotti biologici".

Mirontell si procura la frutta utilizzata per la sua produzione da tutto il mondo. "Naturalmente, in base alla stagionalità. Nei mesi estivi cerchiamo di ottenere la merce dall'Europa. Ma, poiché in Europa non si coltivano ananas, dobbiamo prenderli dall'America centrale o dall'Africa. Nei mesi invernali, invece, ricorriamo ai prodotti d'oltreoceano, come i meloni dell'Honduras e del Brasile".

"Poiché diamo il massimo valore agli standard igienici, cerchiamo anche di rendere le nostre macchine sempre più efficienti, e quindi di mantenere elevati i nostri standard di produzione. Saremmo felici se potessimo superare rapidamente l'ondata pandemica e se le restrizioni di viaggio fossero revocate. Potremmo riuscire a ripartire entro aprile al più tardi. L'importante è continuare l’attività nel modo migliore possibile", ha concluso Marwitz.

Per maggiori informazioni:
Rick Marwitz
mirontell fein & frisch AG
Zum Kiesberg 8
14979 Großbeeren - Germania
Tel.: +49 (33701) 3573-0
Fax.: +49 (33701) 3573-50
Email: info@mirontell.de 
Web: www.mirontell.de


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto