Rapporto BLE, settimana 1 del 2022

Le dinamiche di inizio anno nei mercati all'ingrosso tedeschi

Il nuovo anno degli scambi ortofrutticoli all'ingrosso, in Germania, è iniziato con le spedizioni spagnole che hanno dominato su quelle turche e, in alcuni casi, sui peperoni dolci marocchini a basso prezzo. Le vendite sono rimaste gestibili per le vacanze scolastiche in corso e l'approccio cauto del settore Horeca.

Secondo il rapporto BLE, in molti luoghi si sono formate scorte inferiori, a causa sia di una domanda ridotta sia delle spedizioni spagnole che ad Amburgo, ad esempio, non hanno consentito margini di vendita. A Colonia, la situazione è risultata simile, perché la settimana è iniziata con un calo dei prezzi dei prodotti spagnoli. Ci sono voluti diversi giorni prima che le quotazioni riprendessero quota.

Anche a Colonia, i commercianti hanno offerto allettanti peperoni arancioni dai Paesi Bassi e rossi dal Belgio. Negli altri mercati, l'assortimento è stato completato da spedizioni ad ampio raggio dalla Turchia. A Francoforte, i clienti hanno dovuto pagare da 7 a 11 euro per cassa da 5 kg e da 0,60 a 0,79 euro per busta di alluminio da 400 g.

Mele
Gli scambi sono stati molto tranquilli, dopo Capodanno. La disponibilità è stata più che sufficiente per soddisfare una richiesta costante.

Pere
E' stato osservato un ritmo di vendita tranquillo. Dal momento che il frutto è risultato assolutamente soddisfacente dal punto di vista organolettico, i distributori raramente hanno dovuto modificare i prezzi.

Uva da tavola
La gamma è stata guidata dalle importazioni peruviane, in particolare Crimson Seedless e Thompson Seedless. Le spedizioni dalla Namibia e dal Sudafrica non sono andate oltre lo status di prodotto secondario.

Arance
La Navelina spagnola ha dominato nel segmento delle arance bionde. Nel complesso, le basse temperature hanno aumentato il tasso di turnover, ma dopo le vacanze c’è stata una certa saturazione della clientela.

Piccoli agrumi
Nel complesso, gli scambi sono stati tranquilli. I commercianti raramente hanno dovuto modificare i loro prezzi.

Limoni
Da una parte, l'assortimento a volte è stato troppo abbondante, tanto che i distributori hanno dovuto di tanto in tanto abbassare i prezzi. D'altra parte, domanda e offerta sono risultate abbastanza in linea, tanto che le quotazioni si sono mantenute sui livelli precedenti.

Banane
La domanda è stata sufficientemente soddisfatta, poiché i maturatori hanno adattato la loro offerta a una domanda piuttosto tranquilla.

Cavolfiore
I lotti francesi hanno dominato la scena, più di quelli italiani. La domanda si è leggermente ridotta. Potrebbe essere soddisfatta senza alcun problema. Tuttavia, in alcuni luoghi, le scorte non hanno potuto essere previste.

Lattuga
La lattuga è arrivata da Belgio, Italia, Francia e Paesi Bassi. I commercianti spesso hanno aumentato i loro prezzi perché non sempre hanno avuto un’offerta sufficiente a soddisfare la domanda.

Cetrioli
I cetrioli armeni dalla Spagna hanno dominato la scena. L'offerta a volte è stata troppo bassa rispetto alla domanda.

Pomodori
E' stata disponibile un'ampia gamma di prodotti, con Turchia, Marocco e Spagna dominanti. Sono seguite per importanza le forniture olandesi, belghe e italiane.

Fonte: BLE 


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto