Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Dovuto a un calo nei prezzi

Ucraina: le esportazioni di mirtilli registrano un netto aumento nel 2021

Nel 2021, l'Ucraina ha incrementato le sue esportazioni di mirtilli del 65% in termini di volume rispetto al 2020. Allo stesso tempo, i volumi di esportazione dei mirtilli freschi sono stati del 18% più bassi rispetto all'annata record del 2019. Da notare anche la tendenza al ribasso del prezzo dei mirtilli, che è andata a scapito degli esportatori ucraini. Nel 2021, il prezzo medio di esportazione dei mirtilli è stato in media del 9% più basso di quello del 2020.

Andriy Yarmak, economista del Centro di investimenti dell'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura (FAO): "Dobbiamo ammettere che la struttura delle esportazioni di mirtilli dall'Ucraina si è deteriorata. La sua geografia, purtroppo, mostra una polarizzazione non verso le esportazioni dirette, ma verso le vendite in Polonia e Bielorussia. I commercianti polacchi riesportano poi i mirtilli ucraini in altri paesi dell'UE, guadagnandoci sopra altri soldi".

"La Bielorussia, a sua volta, riesporta i mirtilli ucraini verso il mercato russo. E questi due paesi rappresentano il 65% dell'esportazione totale di mirtilli ucraini. Il terzo più grande importatore di mirtilli ucraini sono i Paesi Bassi, che è anche un importante intermediario. Quindi, più del 70% dei mirtilli ucraini sono stati esportati verso i paesi intermediari e solo circa un terzo verso i paesi consumatori".

Fonte: east-fruit.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto