Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Pomodoro da industria: i costi elevati dei noli minano la competitività del prodotto italiano

"Il valore aggiunto delle produzioni parte dalla materia prima a noi conferita da produttori storici dell’areale campano e pugliese. Con mio fratello, rappresentiamo la quarta generazione di imprenditori dell’azienda fondata nel 1948 da mio nonno Alfonso Sellitto. Inizialmente, l’attività di trasformazione era concentrata su una gamma di prodotti diversificati, dalle pesche sciroppate ai funghi, mentre oggi siamo specializzati nella lavorazione di conserve di pomodoro". Così riferisce a FreshPlaza Rosanna Sellitto, responsabile commerciale dell'omonima azienda conserviera campana con sede a S.Eustachio di Mercato San Severino (SA).

Rosanna Sellitto

L'azienda Alfonso Sellitto opera da quasi settant'anni nel settore agroalimentare della trasformazione delle conserve di pomodoro. I prodotti vengono lavorati in un ampio stabilimento di 17.000 metri quadri coperti, su 25.000 metri quadri totali. Con la campagna di trasformazione 2021, il marchio ha inaugurato una nuova linea totalmente automatizzata per la produzione di polpa e pelati.

Il marchio La Valle vanta tra i prodotti di punta i pomodori pelati con foglia di basilico, in formato da 3 kg, commercializzati in particolar modo negli Stati Uniti. L'assortimento si completa con i pomodori pelati e i pomodori cubettati nei formati da 3, 2,5 kg e 800 e 400 grammi. Molto richiesta anche la passata di pomodoro in bottiglia, con e senza basilico: la polpa è disponibile fine nei formati in barattolo da 400 g e anche in Bag in Box nei formati da 5 e 10 Kg. I volumi lavorati nel 2021 hanno raggiunto il record di 36.000 tonnellate di pomodoro fresco commercializzato dall'Europa all'Asia, dall'America all'Australia, a marchio La Valle, in ricordo della vallata in cui nasce il sito produttivo. 

Tra le produzioni di nicchia, il marchio trasforma anche pomodoro San Marzano DOP (Denominazione di Origine Protetta), prodotto tipico della Campania (Italy), risultato di competenze e buone pratiche di coltivazione della bacca: dai filari che sostengono la pianta, fino alla raccolta. Seminato, piantato, allevato su pali di castagno che ne facilitano la maturazione e la raccolta sui palchi, viene trasformato dopo essere stato selezionato e pelato a mano, con pazienza e maestria.

"Dalla riapertura del canale ristorazione a oggi - spiega Rosanna Sellitto - c'è stata una straordinaria domanda di prodotti; in particolare pomodori pelati da 2.5 kg e polpa da 5 kg. Tale domanda, a tratti eccessiva, è legata a tutta la catena distributiva che aveva esaurito le riserve di magazzino. In questo particolare momento, in cui non conosciamo i risvolti del quadro pandemico, si percepisce da parte degli operatori di settore un certo timore a restare senza merce,  pertanto si è restii a vendere, anche perché i prezzi sono in crescita".

Tra le criticità del settore determinate dalla pandemia, la situazione dei trasporti marittimi sta diventando estremamente caotica, con l'aumento straordinario del costo dei noli.

"Non solo abbiamo difficoltà a trovare spazi sulle navi, ma anche quando c’è disponibilità, sempre più spesso mancano le lattine di banda stagnata per confezionare il carico. Ciò a dimostrazione della forte interconnessione dei trasporti a livello globale e della difficoltà che sta vivendo il comparto, considerato che, per prodotti 'poveri' come il pomodoro, il valore del trasporto non può equipararsi al valore della merce. Un vero problema che, negli States, ad esempio, potrebbe creare problemi di concorrenza con i produttori californiani".

Sul versante dell'innovazione  - conclude Rosanna Sellitto - stiamo cercando di mettere a valore gli scarti e recuperare, per esempio, il licopene dalle bucce del pomodoro. Sappiamo che il valore antiossidante di questa sostanza aumenta con la cottura, perché il calore permette di spezzare la molecola e di attivarla. Nei processi di lavorazione, l'uso moderato delle temperatura è un fattore determinante per la qualità del prodotto finale".

Con l'80% del fatturato realizzato all'estero tra Stati Uniti, Germania e Giappone, l'azienda commercializza principalmente a importatori stranieri, che poi si occupano della distribuzione principalmente nel canale Horeca.

Contatti
Alfonso Sellitto Spa
Corso Caracciolo 50
Mercato San Severino (SA)
Tel: +39 089 893 450
Email:info@sellittospa.it
Web: www.sellittospa.it


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto