Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Aumenti dei costi delle materie prime: Fruitimprese annuncia iniziative a tutela della filiera

Le imprese del settore ortofrutticolo sono in questi giorni alle prese con la preparazione dei listini del primo trimestre del 2022 e gli operatori stanno incontrando enormi difficoltà a far quadrare i budget a causa degli aumenti dei costi delle materie prime e dei servizi che sono di dominio pubblico. 

In un settore in cui il valore intrinseco del prodotto è tra i più ridotti dell'agroalimentare e dove una differenza di 10 centesimi al kg è dirimente tra una campagna positiva ed una disastrosa, gli operatori si trovano a dover fronteggiare aumenti dei costi dei fattori di produzione tra il 15 e 20% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Ci riferiamo ad incrementi di costo facilmente misurabili come il carburante e l'energia, ma anche a fattori specifici del settore come gli imballaggi (che spesso costano più del prodotto stesso) i concimi ed i noli che stanno obbligando compagnie storiche dell'esportazione a rinunciare a rifornire i mercati d'oltremare che non risultano più remunerativi.

La Giunta di Fruitimprese, riunitasi nei giorni scorsi, ha deciso la messa in campo di una serie di iniziative per rendere nota all'opinione pubblica la realtà con dati ed esempi concreti. 

A nostro avviso non si può pretendere che in una fase inflattiva come quella attuale, peraltro facilmente prevedibile, l'onere debba ricadere esclusivamente o in larga parte sugli anelli più a monte della filiera dell'ortofrutta fresca.

I nostri prodotti non sono stoccabili e non ci sono concesse le alternative di approvvigionamento e dismissione che sono appannaggio del resto dei settori agroalimentari.

La frutta e la verdura sono un bene primario per le famiglie e ne va garantita la fornitura al giusto prezzo per tutti, altrimenti anche la qualità e la salubrità dei prodotti viene messa in pericolo.

Fruitimprese si rende disponibile ad un confronto serio e costruttivo con le altre componenti della filiera per addivenire ad una soluzione condivisa che preveda una distribuzione sostenibile dell'impatto degli aumenti dei costi di produzione che l'ortofrutta nazionale e di importazione sta subendo.


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto