Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Una ricerca del Penn State College of Medicine

Il consumo di funghi potrebbe ridurre il rischio di depressione

Nel corso degli anni, è stato detto che i funghi potessero ridurre il rischio di cancro e di morte prematura. Ora una nuova ricerca condotta dal Penn State College of Medicine (Stati Uniti) rivela anche che questi superfood possono offrire benefici per la salute mentale delle persone.

I ricercatori della Penn State hanno utilizzato i dati sull'alimentazione e la salute mentale raccolti tra il 2006 e il 2016 da più di 24.000 adulti statunitensi, scoprendo che le persone che mangiavano funghi avevano minori probabilità di entrare in depressione. I funghi contengono ergotioneina, un antiossidante che può proteggere dai danni alle cellule e ai tessuti del corpo. Gli studi hanno dimostrato che gli antiossidanti aiutano a prevenire diverse malattie mentali, come la schizofrenia, il disturbo bipolare e la depressione. 

Gli champignon bianchi, che sono la varietà di funghi più comunemente consumata negli Stati Uniti, contengono potassio, che si crede abbassi l'ansia. Inoltre, alcune altre specie di funghi commestibili, in particolare l'Hericium erinaceus, noto anche come testa di scimmia, possono stimolare l'espressione di fattori neurotrofici come la sintesi del fattore di crescita nervosa, che potrebbe avere un impatto sulla prevenzione dei disturbi neuropsichiatrici tra cui la depressione.

Fonte: news.psu.edu


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto