Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Rapporto annuale sulle noci cinesi

La produzione commerciale di noci è stimata a 1,1 milioni di tonnellate nella campagna 2021/22

La produzione commerciale cinese di noci (in guscio) è prevista a 1,1 milioni di tonnellate nella campagna di commercializzazione 2021/22 (settembre-agosto), rimanendo invariata rispetto alla stima fatta per la campagna 2020/21. Una gelata primaverile potrebbe ridurre i volumi del 20%, rispetto allo scorso anno, nello Xinjiang, la più grande provincia produttrice di noci, ma si prevede un recupero di queste perdite con le produzioni di altre importanti province, tra cui lo Yunnan, il secondo produttore di noci.

La Cina è il più grande Paese produttore di noci al mondo, con quasi la metà della produzione mondiale. In Cina, la produzione totale di noci continuerà ad aumentare nei prossimi anni, man mano che sempre più alberi entreranno in produzione, ma la misura in cui queste noci entreranno nei canali commerciali dipenderà dal loro prezzo.

Non si ha un dato sulla produzione totale di noci in Cina, ma è decisamente superiore alla produzione commerciale. Molti alberi di noce sono stati piantati sui pendii, sono di varietà impopolari e sono difficili da mantenere o da raccogliere meccanicamente. Con dei prezzi bassi, i commercianti di noci temono che gli agricoltori non saranno in grado di coprire il costo della manodopera per la raccolta. Nello Xinjiang meridionale, invece, le noci sono piantate in pianura e la produzione è in gran parte meccanizzata.

Mandorle
La produzione cinese di mandorle sgusciate è prevista a 42.000 milioni di tonnellate nella campagna di commercializzazione 2021/22 (agosto-luglio), in calo di quasi il 7% rispetto a quella precedente, a causa dei danni causati dal gelo durante la fioritura primaverile dei mandorli, secondo fonti nello Xinjiang. La contea di Shache, nel sud dello Xinjiang, produce oltre il 95% delle mandorle del Paese.

La resa delle mandorle è bassa, pari a 3,0-3,8 milioni di tonnellate per ettaro, a causa della mancanza di un'adeguata gestione delle colture e di input agricoli, nonché dell'utilizzo di varietà improduttive. Di conseguenza, le mandorle dello Xinjiang vengono vendute soprattutto nella regione. Per il consumo domestico, la Cina fa molto affidamento sulle mandorle d'importazione.

La superficie coltivata a mandorle rimane stabile a circa 63.000 ettari nello Xinjiang. Secondo quanto riferito, un'azienda privata nella provincia centrale dell'Henan ha piantato circa 50 ettari di mandorle a scopo sperimentale. Resta da vedere se questa produzione di prova avrà successo.

Clicca qui per leggere il report completo


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto