Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

L'azienda Winet opera sul mercato da 10 anni

Irrigazione: ecco come risparmiare fino al 40 per cento di acqua

"Per ottenere le massime rese e azzerare gli sprechi, occorre avere dei parametri oggettivi: non è più tempo per irrigare a sentimento, basandosi sulla propria esperienza o su quella del vicino". Lo afferma Emanuele Tavelli, responsabile di Winet, società fondata nel 2011 e che proprio quest'anno festeggia il suo primo decennale. Kiwi, melo, pero, pomodoro da industria sono le colture su cui oggi Winet applica i propri sensori per il controllo e la gestione di pratiche agronomiche come l'irrigazione.

"Ci occupiamo di progettazione e realizzazione di reti di sensori wireless (WSN) - dice Tavelli - principalmente per il monitoraggio ambientale, industriale e dei dissesti idrogeologici. A completare il core business aziendale vi è inoltre un'attività di docenza e divulgazione della tecnologia attraverso corsi di formazione e specializzazione".

Le reti di sensori wireless rappresentano un'importante tecnologia a basso costo per il monitoraggio distribuito di grandezze fisiche, in grado di fornire misure caratterizzate da un'elevata risoluzione sia temporale che spaziale. Sono costituite da un insieme di nodi, ciascuno equipaggiato con uno o più sensori e/o attuatori, i quali sono in grado di scambiarsi dati utilizzando il mezzo radio, secondo ben definiti protocolli di comunicazione.

Un esempio: la tecnologia si basa su sensori posizionati a diversa profondità, che rilevano temperatura, umidità e conducibilità a ogni 10 centimetri, da 30 fino a 120 cm. Questo perché solo capendo dove realmente le radici necessitano di acqua si può decidere in che modo optare per il turno irriguo. 

"I parametri da valutare - prosegue Tavelli - sono diversi. Incrociando tutti i dati, possiamo fornire all'agricoltore, sul suo smartphone, l'avviso di quando iniziare a irrigare, quanto, per quanto tempo, quando smettere".

Da sinistra: Emanuele Grimaldi, Emanuele Tavelli, Mirco Valgiusti, Alessandro Melandri

Essendo scarsamente invasive, date le dimensioni limitate dei nodi e l'assenza di cablaggio, consentono una rapida installazione in contesti in cui complesse infrastrutture di rete non sono realizzabili. L'idea di business, maturata dopo il percorso di studi seguito dai due soci, entrambi laureati specialisti in Ingegneria dei Sistemi e delle Tecnologie dell'Informazione (ICT), è la fornitura di un servizio di monitoraggio completo, che va dall'analisi delle specifiche del cliente alla progettazione e realizzazione della rete wireless di sensori e conseguente analisi dei dati rilevati nel monitoraggio. 

Nata nel 2011 come società di sviluppo software su piattaforme commerciali WSN, "Winet ha maturato nel tempo esperienza sia dal punto di vista hardware che software, colmando diverse lacune presenti nelle soluzioni attualmente proposte sul mercato. Vi è stata dunque una forte evoluzione dalla iniziale idea di business verso un concetto di sistema integrato, capace di risolvere le richieste di potenziali clienti interessati all'utilizzo di un sistema di monitoraggio completo o alla sua integrazione".

"Inoltre - conclude Tavelli - stiamo mettendo a punto i modelli previsionali per oidio, peronospora, da affiancare a quello delle principali specie di insetti, già operativo".

Per maggiori informazioni
Winet 
Via Luciano Lama, 120
47521 Cesena FC
+39 0547 632982
info@winetsrl.com 
www.winetsrl.com


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto