Nuova Zelanda

Il divieto di utilizzo dell'idrogeno cianammide potrebbe rendere antieconomica la coltivazione di kiwi

L'Autorità per la protezione ambientale della Nuova Zelanda sta valutando la possibilità di eliminare gradualmente l'uso dell'idrogeno cianammide nei prossimi cinque anni. Questa sostanza chimica viene utilizzata nell’Hi-Cane, un trattamento utilizzato dai coltivatori di kiwi per favorire la formazione delle gemme. Il composto è vietato in Europa ed è in fase di revisione negli Stati Uniti.

Il direttore generale del gruppo EPA Hazardous Substances, Chris Hill, ha affermato che mentre l'autorità ha riconosciuto i vantaggi economici derivanti dall'uso dell'idrogeno cianammide, nuove informazioni dicono che i vantaggi sono però superati dai rischi ambientali e dagli effetti negativi sulla salute.

Tuttavia, l'amministratore delegato della New Zealand Kiwifruit Growers, Colin Bond, ha affermato che l'idrogeno cianammide è uno strumento importante per i coltivatori e che molti frutteti di kiwi, in particolare nelle aree più calde, sarebbero antieconomici senza di esso.

Bold ha dichiarato a Rnz.co.nz: "Non poterlo usare avrà un significativo impatto, ma è troppo presto per poter prevedere le conseguenze della sua eliminazione sulle rese produttive".

Foto: Dreamstime.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto