Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Soluzioni post-raccolta per ridurre i danni da freddo nello stoccaggio prolungato delle arance rosse

Le arance rosse (Citrus sinensis L. Osbeck) sono una ricca fonte di fitonutrienti e composti bioattivi come antociani, flavonoidi, acidi idrossicinnamici e acido ascorbico. Tuttavia, sono molto suscettibili ai danni da freddo, che ne deteriorano la qualità e causano una serie di sintomi quando vengono conservate a temperature critiche. Conservare le arance rosse a basse temperature è la principale tecnologia utilizzata per ridurre il tasso di traspirazione del frutto, lo sviluppo del marciume, la perdita di acqua e altri processi fisiologici associati.

Lo studio dei danni da freddo e di come controllarli può fornire conoscenze utili per la gestione post-raccolta delle cultivar di arance rosse, onde prolungarne la vita e mantenere la massima qualità possibile durante la conservazione a freddo. Negli ultimi anni sono stati identificati vari induttori la cui applicazione post-raccolta aiuta a migliorare la tolleranza al freddo di queste arance durante la conservazione.

Trattamento post-raccolta con composti induttori
Infatti, i composti con induttori naturali possono provocare una serie di cambiamenti fisiologici nel frutto trattato, così come l'alterazione dei meccanismi coinvolti che influenzano il metabolismo e aumentano la sintesi di composti fitochimici. I ricercatori del Dipartimento di Tecnologia Agroalimentare dell'Università Miguel Hernandez hanno studiato diversi composti che agiscono come induttori, come l'acido γ-aminobutirrico (GABA), il metil jasmonato (MeJA), il metile salicilato (MeSA) e i brassinosteroidi (BR).

Il GABA ha un ruolo come alleviatore di stress da freddo nelle colture orticole e quindi ha la capacità di migliorare la resistenza al freddo nei frutti durante la conservazione.

Il trattamento post-raccolta con il MeSA può migliorare il sistema antiossidante e aumentare la sintesi delle proteine da shock termico (HSP), e successivamente ridurre i danni da freddo durante la conservazione a freddo. Il composto volatile nel MeJA è derivato dall'acido jasmonico (JA) e può aumentare la vita post-raccolta dei frutti durante la conservazione a freddo.

I brassinosteroidi potrebbero avere funzioni di controllo che aiutano a migliorare la resistenza allo stress post-raccolta.

In conclusione, il trattamento post-raccolta con induttori potrebbe essere un approccio promettente per ridurre i danni da freddo e migliorare la capacità di conservazione delle arance rosse durante la conservazione a basse temperature, permettendo ai produttori di conservare agrumi di alto valore per il consumo fresco o la trasformazione, anche per molto tempo dopo la raccolta.

Fonte: interempresas.net 


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto