Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Le casse di legno ora costano 400 euro in più rispetto all'anno scorso

Dubito che in questa stagione la vendita delle mele possa coprire i costi di produzione

La stagione delle mele polacche è iniziata. Sono in corso le prime spedizioni di Gala. Secondo un esportatore, le mele turche saranno concorrenziali solo se riusciranno a mantenere bassi i costi di produzione. Nel frattempo, le spese per i produttori polacchi sono aumentate, poiché le casse di legno hanno registrato un aumento dei prezzi. L'esportatore dubita che il ricavato della vendita delle mele possa coprire i costi di produzione.

La domanda di mele polacche sta ancora tentando di decollare, come dice Mohamed Marawan, proprietario dell'azienda d’esportazione polacca Sarafruit: "Abbiamo iniziato la stagione delle mele due settimane fa e abbiamo già esportato i primi container di Gala. Entro la fine del prossimo mese, partiranno anche le stagioni delle varietà Golden, Red Prince e Idared. La domanda attuale è fiacca, perché siamo ancora all'inizio della stagione, e una nuova procedura doganale in Egitto ridurrà le spedizioni anche verso questo mercato. Esportare in Egitto richiederà un permesso specifico da parte del governo locale".

Secondo Marawan, il meteo ha causato delle perdite in alcune regioni della Polonia, ma non tutte le aree sono state colpite. "Nelle settimane precedenti la raccolta, abbiamo avuto piogge copiose a grandinate, ma non tutti i meleti sono stati colpiti. La grandine ha distrutto alcuni frutteti di Arias mentre, in altre zone, è come se non fosse successo nulla. Tuttavia, grazie alle prime notti fredde, quest'anno le mele si sono sviluppate con un ottimo colore e prevediamo di iniziare la raccolta delle diverse varietà più o meno nello stesso periodo dell'anno scorso".

Anche se i turchi hanno migliorato la qualità delle loro mele, Marawan non è sicuro che siano in grado di competere sul mercato egiziano: "La concorrenza potrebbe influenzare le nostre esportazioni. I turchi rivendicano la buona qualità dei loro frutti, ma tutto dipende dai costi di produzione. La Turchia non è nell'accordo di libero scambio EUR1, il che significa che gli esportatori dovranno pagare le tasse doganali, se vogliono spedire la frutta sul mercato egiziano. Quindi, se fossero riusciti a produrre mele che siano davvero a buon mercato, solo in quel caso potrebbero diventare davvero competitivi sul mercato egiziano".

I costi di produzione delle mele sono aumentati. Marawan sostiene che anche le casse di legno in cui vengono trasportate le mele hanno subito un aumento significativo dei prezzi. "Gli importatori egiziani preferiscono le casse di legno, ma altri il cartone. Per noi, l'utilizzo dei cartoni non è l'ideale, considerato il lungo tempo di transito. I materiali in cartone sono molto deboli e non reggerebbero per tutti i 30 giorni di viaggio, a causa dell'umidità. Tuttavia, le casse di legno sono diventate più costose rispetto al passato, soprattutto nell'ultimo anno. Ogni container ha visto il suo costo aumentato di 400 euro. Parlando del trasporto totale, una cassa di legno ora costa 500 euro in più rispetto alla scorsa stagione. Se si tiene conto di tutti gli aumenti dei costi, dubito che in questa stagione le mele riusciranno a coprire i costi di produzione".

Alcuni coltivatori polacchi di mele si stanno allargando ad altri tipi di prodotti. Marawan pensa che ciò sia positivo: "I produttori polacchi di mele che passano ad altri frutti sono sostanzialmente la storia che si ripete. Si consideri l'Olanda, per esempio. Aveva una produzione di mele molto abbondante e ha deciso di passare alle pere. E ora l'Olanda ha molto successo con le pere. Penso che la Polonia dovrebbe fare lo stesso e allargarsi ad altri frutti, perché ad esempio, quest’anno anche l'Ucraina ha un’abbondante produzione di mele. Pertanto. Avere altri frutti da esportare su larga scala dalla Polonia sarebbe vantaggioso per riequilibrare la capacità d’esportazione e trovare una certa stabilità commerciale", conclude Marawan.

Per maggiori informazioni:
Mohamed Marawan
Sarafruit
Tel: +48 537 935 155
Email: office@sarafruit.eu 
www.sarafruit.eu 


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto