Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Rapporto USDA

La produzione mondiale di pesche e nettarine per il 2021/22 dovrebbe aumentare leggermente a 21,8 milioni di tonnellate

Si prevede che la produzione mondiale di pesche e nettarine per il 2021/22 aumenterà leggermente a 21,8 milioni di tonnellate, poiché le forniture cinesi hanno recuperato le perdite dovute alle condizioni meteo dello scorso anno, e compensato in larga parte le perdite nell'Unione europea e in Turchia, dovute anche in questo caso alle condizioni meteo. Le esportazioni sono previste in calo, poiché le spedizioni ridotte dalla Cina e dall'Uzbekistan hanno più che pareggiato i guadagni dagli Stati Uniti.

Le stime indicano che la produzione cinese si riprenderà dopo il raccolto danneggiato dalle nevicate dello scorso anno, con un aumento di 1,0 milioni di tonnellate fino a 16,0 milioni. Nonostante l'incremento delle forniture, le esportazioni sono previste in calo di 23.000 ton, fino a 55.000.

Insieme alla debole domanda proveniente dal Vietnam, il mercato principale per gli Stati Uniti, le spedizioni in Kazakistan devono ancora riprendersi nonostante la revoca del divieto sulle drupacee cinesi, in conseguenza del rilevamento di parassiti da quarantena.

Dopo diversi anni di crescita, si prevede che anche le importazioni scenderanno a 36.000 tonnellate, poiché i costi più elevati e i requisiti di quarantena richiesti per i prodotti soggetti alla catena del freddo scoraggiano gli importatori.



La produzione dell'Ue è prevista in calo di 539.000 tonnellate, fino a 2,7 milioni perché i coltivatori dei principali Stati membri, come Spagna, Italia, Grecia e Francia, hanno avuto per il secondo anno consecutivo gelate e piogge distruttive. Anche Spagna e Italia continuano a ridurre l'area coltivata per combattere ulteriormente l'eccesso di fornitura e alleviare la pressione al ribasso sui prezzi.

Si prevede che la riduzione delle forniture ridurrà le esportazioni fino a 175.000 tonnellate, e farà aumentare le importazioni fino a 40.000.

La produzione statunitense è prevista in aumento di 60.000 tonnellate fino a 716.000, mantenendosi abbastanza stabile per il quarto anno consecutivo, dopo anni di calo dal 2010/11 al 2018/19. Tutti i principali Stati produttori dovrebbero registrare una produzione più elevata, con gli Stati della costa orientale in recupero dopo le gelate dello scorso anno. Nel rapporto sulla produzione agricola di agosto 2021, il National Agricultural Statistics Service (NAS) dell'USDA ha pubblicato una stima sulla produzione delle pesche negli Stati Uniti. Le esportazioni sono previste a 72.000 ton, grazie ai maggiori volumi spediti verso i principali mercati come Canada, Messico e Taiwan. Si prevede che le importazioni aumenteranno leggermente fino a 33.000 tonnellate, per l’aumento delle spedizioni dal Cile all'inizio della campagna di commercializzazione.

Clicca qui per il rapporto completo


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto