Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Grandi opportunità per il kiwi sudafricano

L'agricoltura ha un ruolo vitale da svolgere nel percorso di ricostruzione e recupero economico del Sudafrica dopo lo shock della pandemia. Il governo apprezza il potenziale di questo settore e ha quindi collaborato con il settore privato nella stesura di un Master Plan agricolo e di agro-processing. Ci si aspetta che il piano venga lanciato nei prossimi mesi, e con l'impegno e l'implementazione di tutte le parti sociali ci potrebbero essere dei progressi.

E' necessaria anche una chiara attenzione ai prodotti di base che mostrano un potenziale di crescita, ma che non sono stati messi in evidenza come è successo per colture come il mais, gli agrumi e l'uva da vino. Uno di questi prodotti è il kiwi, secondo il sito web www.cbn.co.za.

In Sudafrica l'industria del kiwi è di piccole dimensioni (con circa 200 ettari coltivati), anche se l'inizio della produzione risale a più di 40 anni fa. Il frutto è coltivato a Limpopo, Mpumalanga, KwaZulu-Natal e recentemente c'è stata una rinascita a Capo Occidentale. L'industria locale ha operato all'ombra dei grandi frutti per molti anni, ma ora l'interesse sta crescendo ed è guidato in parte dal cambiamento delle preferenze dei consumatori globali e dall'attenzione per una dieta sana.

E' possibile che l'industria dei kiwi possa sperimentare un'espansione impressionante, come è successo per i mirtilli, che hanno stagnato per molto tempo per poi espandersi notevolmente quando la domanda globale ha spronato gli agricoltori sudafricani ad aumentare la loro produzione.

Recentemente in Sudafrica sono arrivate nuove varietà di kiwi, con colori e sapori unici e alcune si adattano bene alle condizioni di coltivazione locali. La produzione non è stata riservata al consumo locale. Nel 2020 le esportazioni ammontavano a circa 564 tonnellate, per un valore di 23 milioni di rand (1,326 milioni di euro). Tuttavia, è un piccolo player nel mercato globale.

A livello globale la domanda di kiwi è evidente dal forte aumento delle importazioni negli ultimi due decenni, che sono cresciute da circa 357,457 milioni di euro nel 2001 a circa 3,344 miliardi di euro nel 2020. In termini di volume, nello stesso periodo le esportazioni sono aumentate da 810mila a 1,5 milioni di tonnellate.

In Sudafrica, il kiwi è ben posizionato come un settore con potenziale di espansione, poiché gran parte della produzione nazionale matura prima che in Nuova Zelanda, un vantaggio che permette ai produttori di accedere prima al mercato globale.


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto