Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Avvio della stagione in Turchia

"La domanda di limoni è molto forte"

La stagione turca dei limoni è già iniziata, ma gli esportatori potrebbero decidere di aspettare l’uscita dal commercio dei limoni argentini e sudafricani. Nel complesso, i calibri sono simili a quelli dell'anno scorso, e i coltivatori turchi hanno lavorato duramente per garantire il rispetto delle normative europee in materia di pesticidi.

Gli esportatori turchi sono fortemente impegnati a istruire i coltivatori sui corretti livelli di pesticidi, nel rispetto delle normative europee. Mustafa Arslan, proprietario della MDA Agro, spiega: "Lavoriamo soprattutto sui nostri obiettivi in materia di pesticidi e sostenibilità, per confezionare ed esportare frutta fresca più salutare. Tutti gli esportatori turchi, Akdeniz Exp. The Union e il Ministero dell'agricoltura seguono scrupolosamente i processi più importanti, dopo un'intensa formazione sui requisiti necessari agli agricoltori, coltivazione di prodotti idonei, trattamenti, concimazione e raccolta. In questa stagione potremo iniziare a raccogliere i frutti di tutti questi sforzi, con una politica sanitaria generale basata sulle regole dettate dall'Ue”.

Secondo Arslan, attualmente la domanda di limoni è piuttosto buona, ma è ancora sul mercato merce argentina e sudafricana. Questo significa che gli esportatori turchi dovranno aspettare. "In questa stagione, la domanda di limoni è molto forte, ma sappiamo che fino a fine agosto/settembre nei mercati dei Paesi europei, balcanici, Russia, Ucraina e dei Paesi baltici, continueranno ad arrivare i limoni argentini e sudafricani. Per contrastare questo dominio, abbiamo iniziato a raccogliere più tardi e, per questa stagione, prevediamo di iniziare a commercializzare a ottobre. Stiamo lavorando molto per essere pronti per l'alta stagione, il periodo che va da ottobre a dicembre".

Una volta che i limoni sudafricani e argentini saranno usciti dal mercato, la domanda di prodotti turchi dovrebbe aumentare, afferma Arslan. "Mi aspetto che la richiesta aumenti dopo settembre. La maggior parte dei volumi dovrebbe andare ai Paesi europei, perché in questa stagione le aziende turche sono preparate su pesticidi e procedure di sostenibilità. I calibri sembrano gli stessi dell'anno scorso. Al momento, il meteo è buono e favorisce la crescita dei frutti. In questa stagione, abbiamo principalmente calibri medi che dobbiamo confezionare ed esportare, il che dovrebbe essere un vantaggio per vendere più agilmente i prodotti".

Arslan afferma che erano soliti esportare nei Paesi balcanici, ma i prezzi e la concorrenza hanno reso questo mercato inaccessibile: "Per la MDA Agro, i nostri mercati principali sono l'Europa, i Paesi baltici, il Canada e i Paesi dell'Estremo Oriente. Negli ultimi anni, non ci siamo concentrati sui Paesi balcanici, perché sono tanti gli esportatori che esportano là, con una qualità media come Classe 1 ma, a causa dei prezzi e della concorrenza, sta diventando molto difficile andare avanti”.

“Lavoriamo molto per ridurre i pesticidi e garantire la sostenibilità nel nostro settore. La Turchia è un fornitore importante e tutti devono poter essere sicuri della politica sanitaria che adottiamo. Siamo tutti esportatori turchi e lavoriamo per coltivare, confezionare ed esportare. Ma la nostra priorità è produrre frutti sani. Ci teniamo molto a questo e il nostro obiettivo principale è migliorarci in tutti i tipi di frutta e verdura. Chiunque deve poter acquistare e mangiare un frutto o un ortaggio turco, senza avere dubbi sulla sua bontà. Bisogna solo far attenzione a chi confeziona ed esporta la frutta”, conclude Arslan.

Per maggiori informazioni:
Mustafa Arslan
MDA Agricultural Products
Mobile: +90 541 348 39 09
Email: mustafa@mda-agro.com    
www.mda-agro.com 


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto