Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Spagna

In arrivo la produzione orticola di Almeria

Pomodori, peperoni, cetrioli, zucchine e melanzane sono i prodotti principali dell'area di coltivazione di Almeria, in Spagna. Nella parte orientale della regione, oltre alla tradizionale coltivazione del pomodoro, i produttori si affidano principalmente a colture speciali per le opportunità di resa. In questo caso, l'aumento del contenuto salino nell'acqua ha un effetto particolarmente benefico sulla crescita e la coltivazione di queste varietà speciali. La stagione convenzionale dura 6 mesi e inizia a ottobre, mentre la stagione delle specialità dura fino a luglio compreso. Complessivamente, si prevede un calo della produzione del 10%, con una maggiore attenzione, in futuro, ai pomodori speciali e ai pomodori Roma. Questi hanno visto una forte crescita della domanda negli ultimi anni.

La principale zona di produzione di peperoni e cetrioli si trova nella parte occidentale di Almeria, al confine sia con la regione montuosa che con quella costiera. Durante l'alta stagione, da settembre a dicembre, in montagna si registra una più forte escursione termica tra il giorno e la notte. Per questo motivo, nelle regioni di alta montagna di Verja e Dalias, i peperoni raggiungono prima lo spessore ottimale e possono essere raccolti in anticipo. Più a sud, nei mesi da novembre a marzo-aprile, nelle immediate vicinanze del mare intorno a Roquetas, El Ejido e Adra, vengono raccolte grandi quantità di peperoni. In queste aree, i peperoni speciali come il Palermo e lo Sweet Bite (varietà dal sapore dolce), hanno acquisito grande importanza negli ultimi anni. Grazie a questo sviluppo positivo, ora viene coltivato il 5% di ettari in più.

Poiché i cetrioli di inizio stagione hanno un rischio inferiore di virus, i coltivatori si stanno concentrando più sul raccolto di settembre-dicembre e meno sulla stagione successiva di gennaio-febbraio. Nel complesso, in questo caso non sono previsti cambiamenti di produzione. La zucchina, invece, che è di stagione da metà settembre a tutto maggio, mostra un leggero calo della produzione. Negli ultimi 10 anni, i prezzi delle zucchine sono aumentati rapidamente, di pari passo con la richiesta, fino a quando domanda e offerta alla fine si sono sbilanciate e i prezzi sono diminuiti. In netto contrasto, la produzione di melanzane sembra essere aumentata del 5% in questa stagione (da metà settembre a maggio). L'offerta e la domanda in questo case sono bilanciate.

In generale, l'andamento stagionale è molto legato alla situazione climatica. Negli ultimi anni, si sono osservati più variazioni meteo, alcune delle quali hanno un impatto negativo sulle aree di produzione. L'aumento della temperatura media, le forti siccità e le piogge torrenziali dimostrano sempre più chiaramente quanto sia importante essere ancora più attenti al clima in futuro.

Per maggiori informazioni:
Koella
koella.com/en


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto