Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Batate e nuovo magazzino per il Consorzio PPAS

Patata della Sila Igp: al via la campagna tra il 15 e il 20 settembre

"La nuova campagna commerciale delle patate parte con premesse opposte a quelle dello scorso anno. In questo stesso periodo, nel 2020, si registrava una certa pesantezza negli scambi, per via di un eccesso di offerta, con prezzi molto bassi in diverse zone d'Italia, nell'ordine di 0,08-0,10 euro/kg. Oggi, invece, parliamo di una prevista carenza di prodotto, soprattutto per le varietà a lunga conservazione. In tutta Italia, compresi gli areali calabresi, la siccità, il caldo e le gelate primaverili hanno determinato un calo delle rese produttive. Aggiungiamoci il fatto che quest'anno sono state seminate superfici inferiori e che anche il nord Europa pare avere rese in flessione, i conti sono presto fatti. Sicuramente, sarà un'annata molto più equilibrata".

Così Albino Carli (nella foto sotto), direttore del Consorzio Produttori Patate Associati (PPAS). "Per quanto riguarda i nostri areali, ossia quelli della Sila, sono in linea con gli altri per rese produttive, anche se bisogna aspettare la fine della raccolta per avere dati certi. Raccolta che comincerà tra il 15 e il 20 settembre. Prevediamo un maggiore sottocalibro rispetto al normale, ma ancora da confermare, e sulle varietà precoci dovrebbe esserci una flessione produttiva".

Tuttavia, secondo Carli, la qualità delle patate è eccellente. "Il caldo e la siccità hanno stemperato la presenza di patologie e i tuberi appaiono belli e sani, tanto da poter essere adatti a uno stoccaggio fino al termine della campagna commerciale".

Quest'anno, il Consorzio PPAS ha incrementato le superfici certificate a Patata della Sila Igp di un 20%. "Laddove dovesse verificarsi un calo produttivo, questo verrà compensato dal maggiore areale certificato. Come disponibilità totale di prodotto, riteniamo che saremo in linea con le precedenti annate. Nel contesto generale, con una disponibilità di tuberi italiani inferiore, la Patata della Sila Igp dovrebbe acquisire una maggiore quota di mercato. Quest'ultima era cresciuta anche lo scorso anno, come aveva fatto già negli ultimi dieci anni".

Una tendenza che va avanti da tempo, secondo Carli, è un incremento delle vendite del prodotto a marchio Igp, nonostante il consumo di patate in generale sia tendenzialmente stabile o in calo. "Ciò si lega a una consapevolezza maggiore del consumatore nell'acquisto dei prodotti di qualità, sani, genuini e di cui venga garantita tracciabilità e origine. Presumo che i consumi oggi siano influenzati anche da una maggiore conoscenza delle produzioni e di metodi di coltivazione più rispettosi dell'ambiente".


(Foto fornita da Albino Carli)

Batate
Oltre alla Patata della Sila Igp, per arricchire l'assortimento il Consorzio PPAS partirà, in maniera più decisa, anche con la commercializzazione delle batate (o patate dolci) di origine esclusivamente italiana, da metà ottobre in poi.

"Sono batate coltivate su circa 20 ettari in areali calabresi caldi, come le aree di Isola Capo Rizzuto e Lamezia Terme, dove stiamo cercando di incorporare delle aziende all'interno del nostro Consorzio - spiega Carli - Riteniamo, infatti, che la patata dolce possa diventare un prodotto strategico, spesso già molto richiesto, che sta entrando pian piano nella cultura culinaria italiana. Abbiamo riservato a questa produzione una linea di lavorazione nel nostro nuovo magazzino. Abbiamo inoltre accordi commerciali con alcune aziende del Salento (Puglia), per il ritiro di ulteriore prodotto che dovesse esserci necessario".


(Foto fornita da Albino Carli)

A detta di Carli, l'obiettivo è quello di avere batate italiane per 12 mesi l'anno. "Forse non ci riusciremo nell'annata 2021/22, per via dei volumi ancora limitati, ma stiamo strutturando celle frigorifere per lo stoccaggio annuale del prodotto, al fine di collegarci alla raccolta successiva".

Nuovo magazzino
"E' quasi completo: siamo alle battute finali di questo importante investimento di ampliamento, finanziato dal PSR-Programma di sviluppo rurale della Calabria. La superficie utilizzabile è quasi raddoppiata. Oltre a sviluppare il magazzino, abbiamo rinnovato le linee di lavorazione e confezionamento delle patate, ottimizzato gli spazi dedicati ai flussi di merce, realizzando un piazzale esterno di circa 13.000 metri quadrati per il carico/scarico", dichiara Carli.


(Foto fornita da Albino Carli)

Un'ala del nuovo magazzino entrerà in funzione a breve, con l'inizio della nuova campagna. L'altra ala, in fase di completamento, e una nuova sede per gli uffici verranno completate nell'arco di 5-6 mesi.


(Foto fornita da Albino Carli)

Costi elevati delle materie prime e nuovi listini prezzi
Oltre a incrementi legati alla materia prima che, in alcuni casi, sono tre volte superiori all'anno scorso, c'è da considerare anche un aumento generalizzato dei costi in ambito di post raccolta. "I materiali plastici per l'imbustamento delle patate hanno subito una crescita considerevole dei prezzi; stessa cosa per i cartoni nei quali posizioniamo le buste di patate. Il legno mostra un costo triplicato".

"A conti fatti, questi aumenti non rispecchiano l'attuale equilibrio tra domanda e offerta - spiega il direttore di PPAS - Quindi, nonostante sarebbe potuta essere un'annata di speculazione maggiore, sulla Patata della Sila Igp, nostro prodotto di punta nella confezione da 1,5 kg (ossia quella acquistata dalla Grande distribuzione organizzata), abbiamo deciso di contenere l'aumento del listino di solo il 10%, con un prezzo ufficiale di 1,10 euro/kg".


Il Consorzio PPAS a Macfrut 2021

Per le altre linee di prodotto, gli aumenti saranno probabilmente più consistenti, in quanto legati a un andamento di mercato generale. 

"Credo che siamo in un momento in cui la filiera deve stringersi attorno a un unico concetto base: con una piccola perdita da parte di ogni anello, tentare di limitare gli incrementi al consumatore finale, venendosi incontro e facendo fronte comune", conclude Albino Carli.

Per maggiori informazioni:
Consorzio Produttori Patate Associati Soc. Coop. Agr.
Via del Turismo 30 - Fraz. Camigliatello Silano
87058 Spezzano della Sila (CS) - Italy
+39 (0)984 1636301
info@patateppas.it
www.patateppas.it


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto