David Franco, del Grupo Paloma:

"Ci aspettiamo il miglior raccolto di melagrane degli ultimi 4-5 anni"

La raccolta delle melagrane extra precoci in Spagna è iniziata a metà agosto con volumi limitati e buone condizioni di mercato, grazie anche all'offerta relativamente bassa proveniente da altre origini. Tra pochi giorni, partirà nella Murcia la campagna di aziende come il Grupo Paloma.

"Ci aspettiamo il miglior raccolto di melagrane degli ultimi 4-5 anni", afferma David Franco, del dipartimento commerciale del Grupo Paloma. "Finora, grazie alla mancanza di eventi meteo avversi e al buon lavoro svolto nei campi, i frutti sono di alta qualità, con una buccia molto pulita e in ottime condizioni. La primavera umida e le piogge di settembre possono essere molto dannose, per la qualità del prodotto, ma quest'anno non ci sono state battute d'arresto".

L'azienda murciana ha fatto investimenti importanti nella riconversione varietale e, negli ultimi anni, ha incrementato la sua produzione puntando su varietà rosse come la Wonderful, oltre ad altre cultivar dolci. "L'anno scorso, abbiamo avuto il primo raccolto importante in termini di volume della varietà Birgful, un frutto dolce con splendidi arilli rossi e una buccia rossastra molto brillante. Pensiamo che questa varietà abbia tutte le caratteristiche richieste dal mercato. Prevediamo che la produzione della Birgful continuerà a crescere nei prossimi anni, perché gli alberi che abbiamo piantato sono ancora giovani", afferma David Franco.

"Sebbene solitamente le melagrane siano disponibili sugli scaffali di molte catene di supermercati europee per tutto l'anno, i consumatori continuano ad associare le melagrane alla stagione autunnale, perché è in questo periodo dell'anno che aumenta il consumo di questo frutto. In mercati come quello spagnolo, dove la Mollar è tradizionalmente quella più consumata, proprio come in Italia o in Francia, varietà come la Bigful e altre con caratteristiche simili sono chiamate a incrementare il consumo di questo frutto, che rimane comunque limitato".

Il consumo di melagrane non è solo una moda passeggera, secondo David Franco, ma una tendenza in aumento all'interno della categoria dei frutti esotici e rossi, purché le cose vengano fatte bene. "Molte aziende stanno crescendo con la vendita del fresco e dei prodotti ready to eat, come gli arilli in vaschetta, la cui domanda registra annualmente una crescita a due cifre in Paesi come la Germania. Gli standard con cui vengono prodotte le melagrane sono notevolmente migliorati. C'è la ricerca di frutti dall'aspetto e dal sapore molto buoni, con pezzature migliori e un buon post-raccolta. Le melagrane non possono essere trattate come un prodotto per il consumo locale, o destinate a mercati tradizionali molto specifici. Se vogliamo coltivarle, dobbiamo fare un buon lavoro dal punto di vista degli standard di qualità, dall'approvvigionamento alla produzione e alla manipolazione, per poter competere con altri buoni prodotti della stessa categoria".

Le melagrane del Grupo Paloma saranno disponibili dal 13 settembre fino alla fine dell'anno. "La raccolta termina a fine ottobre, ma grazie alla nostra conservazione programmata nelle celle refrigerate specializzate, possiamo prolungare la commercializzazione fino alla 52ma settimana, con un prodotto che garantisce qualità e freschezza", afferma David Franco.

Uva da tavola
L'azienda di Murcia raccoglie e commercializza anche uva da tavola dal 20 giugno, e mancano ancora 7 settimane alla fine della campagna. "Se non si verificheranno battute d'arresto, quest'anno avremo un raccolto di buona qualità e i nostri clienti rimarranno soddisfatti. Normalmente, la domanda diminuisce intorno all'ultima settimana di agosto e le prime due settimane di settembre, ma ci aspettiamo che risalga dal 15 settembre, quando i bambini torneranno a scuola".

David Franco ha sottolineato il notevole aumento del consumo di uva da tavola senza semi nei Paesi in cui tradizionalmente viene consumata, soprattutto in Spagna. "La crescita dei consumi si è tradotta in una maggiore presenza del prodotto sugli scaffali delle catene di vendita al dettaglio, dove sono disponibili più varietà, e persino specialità. IL consumo di uva da tavola è sempre più destagionalizzato, in Spagna".

Pomodori
Nonostante l'importanza che nel periodo estivo e autunnale hanno uva da tavola, melagrane o drupacee, il core business del Grupo Paloma sono i pomodori, e attualmente sono cominciate le prime esportazioni. "I pomodori che stiamo commercializzando in questo momento soddisfano le richieste di alcune catene spagnole con cui collaboriamo tutto l'anno, nonché di alcuni clienti europei che già ci chiedono determinati prodotti, come i pomodori rotondi sfusi o le specialità, che prima arrivavano solitamente ai primi di ottobre. Ad agosto e all'inizio di settembre c'è stata molta incertezza sulla produzione e sui prezzi, a causa dell'impatto delle condizioni meteo avverse che hanno colpito l’Europa, con conseguenze negative sulla qualità e sulla regolarità dell'offerta da nazioni come i Paesi Bassi. Mentre di solito nel mese di ottobre si verifica qualche sovrapposizione tra le produzioni dell'Europa centrale e quella spagnola, la transizione dovrebbe essere molto più netta, questo autunno".

L'azienda avvierà la campagna del pomodoro con nuove varietà in sperimentazione da 2 anni, oltre a investimenti nell'area di produzione e nell'impianto di confezionamento. Il Grupo Paloma sarà presente al prossimo Fruit Attraction, padiglione 7, stand 7D02.

Per maggiori informazioni:
David Franco
Grupo Paloma
T: +34 968590001
davidF@gpaloma.com
www.gpaloma.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto