OP Opens, esempio virtuoso di fare rete anche con le aziende più piccole

Aggregarsi in maniera strutturata per raggiungere i mercati più lontani

"Innovazione e sostenibilità sono i principali asset per posizionare al meglio il prodotto ortofrutticolo sui mercati interni ed esteri. Da qui l'esigenza di fare fronte comune con le aziende locali per uscire dall'isolamento commerciale che alle volte relega anche i più bravi dei produttori all'insuccesso". A dirlo sono Giuseppe Metrico e Danilo Alba, rispettivamente presidente e vicepresidente della cooperativa La Nuova Agricoltura.

Danilo Alba e Giuseppe Metrico

Fondata nel 2019 a Mazzarrone (CT) per dare maggior valore alle produzioni dei propri associati (che al momento sono 11), la cooperativa a sua volta aderisce all'organizzazione di produttori Opens, con sede nello stesso comune siciliano e con una base sociale in continua crescita.

Sebbene la maggior parte degli agricoltori aderenti alle due compagini sia impegnata nella coltivazione di pregiate uve da tavola con e senza semi (con una stagionalità da maggio a dicembre), non mancano interessanti eccezioni provenienti dai settori delle orticole da serra, delle erbe aromatiche e della frutta in generale, per un totale di 250 ettari aggregati.

In un video, che riportiamo qui sotto, Giuseppe Metrico e Danilo Alba forniscono la loro visione sull'importanza di aver aderito all'OP Opens.

Video

"La cooperativa Nuova Agricoltura - aggiungono i due imprenditori - si fonda su solidi patti etici che hanno l'obiettivo di potenziare, valorizzare e concentrare l'offerta produttiva. D'altra parte, l'aggregazione è un punto di forza: la consideriamo uno strumento efficace, anche perché ormai i piccoli e medi produttori non hanno sbocchi commerciali se non i mercati locali".



Le aziende che fanno parte della cooperativa hanno intrapreso un percorso di eccellenza, fatto di buone pratiche, certificandosi GlobalGAP e Grasp e sono, per quanto riguarda le produzioni di uva da tavola, situate nelle zone qualificate dal marchio Igp di Mazzarrone. Molte delle imprese aderenti alla cooperativa, inoltre, sono già in regime di agricoltura biologica, avendo l'obiettivo di rivolgersi ai mercati d'esportazione più esigenti del mondo, quali ad esempio Paesi Scandinavi e Medio Oriente.

Queste ultime destinazioni orientali, oltre alle certificazioni di prodotto e al biologico, mostrano una predilezione per la frutta dolce, cosa per cui le imprese lavorano con specifici disciplinari di produzione per ottenere frutta con un tenore zuccherino ideale per il target di riferimento. I mercati nordici, a loro volta, assorbono volentieri uve di consistenza più croccante.

"Per ottenere maggiore visibilità, più sbocchi commerciali, merci certificate secondo gli standard internazionali, redditi più interessanti per i produttori - concludono Metrico e Alba - bisogna necessariamente decidere di stare uniti. Noi, da convinti assertori dell'aggregazione, non potevamo non aderire, come cooperativa, all'Op Opens: essa rappresenta infatti il nostro interlocutore ideale, e il tramite strategico e funzionale per approcciare i più importanti player dell'agrobusiness internazionale, che altrimenti ci rimarrebbero preclusi".

Per maggiori informazioni:
OP Opens
+39 0933 29779
+39 0933 29133
info@opopens.it
www.opopens.it


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto