Continua lo sviluppo dell'agricoltura biologica nell'Unione economica eurasiatica

Mentre la domanda dei consumatori di prodotti biologici cresce ogni anno in tutto il mondo, il tasso di sviluppo di questi prodotti nell'Unione economica eurasiatica (UEE) rimane insoddisfacente. La quota delle aree interessate dall'agricoltura biologica non supera l'1% del totale dei seminativi. La mancanza di una legislazione chiara e uniforme rallenta l'arrivo di nuovi operatori nel settore.

Secondo i dati pubblicati quest'anno dal Research Institute of Organic Agriculture (FiBL), nel 2019 il mercato globale è cresciuto del 10% rispetto al 2018, e ha raggiunto i 106 miliardi di euro. La produzione biologica rappresenta oggi circa l'1,5% dei terreni agricoli mondiali. Nel 2019, la loro superficie era aumentata di 1,1 milioni di ettari , raggiungendo i 72,3 milioni di ettari. Ci sono circa 3 milioni di produttori di biologico in 187 Paesi.

La dinamica dello sviluppo della produzione agricola biologica nell'UEE è leggermente al di sotto degli indicatori mondiali. Tuttavia, ci sono anche dinamiche positive. Nell'UEE, la superficie dei terreni agricoli biologici supera già 1 milione di ettari, di cui 674.000 ettari in Russia. Tuttavia, finora questo è solo meno dell'1% di tutti i terreni agricoli, il che significa che ci sono ampi margini di crescita.

Il sito Agroberichtenbuitenland.nl riporta che un'altra caratteristica dell'agricoltura biologica nei Paesi UEE è la tipologia delle materie prime dei prodotti.


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto