La vera portata dei danni da inondazioni in alcune parti dei Paesi Bassi diventa sempre più chiara

Con il passare dei giorni, nei Paesi Bassi l'impatto delle eccessive piogge e degli alti livelli d'acqua sta diventando sempre più chiaro.

Eric Huids presiede l'associazione olandese dei frutticoltori (NFO) della sezione del Limburg. Ha notato danni alle coltivazioni di ciliegie, amarene, ribes rosso e susine mature. Secondo l'NFO, i raccolti scoperti sembrano essere in gran parte persi. Questo è dovuto alla muffa e al cracking. Ma l'elevata pressione radicale ha colpito anche le colture coperte.


Foto: Görtz family in Baarlo 

I danni alle piante per l'inondazione non sono ancora chiari. Nel sud del Limburgo, non ci sono frutteti (o quasi) vicino al fiume Mosa. Ma ce ne sono alcuni più a nord. E anche gli appezzamenti lungo il fiume Roer sono stati inondati. "Resta da vedere cosa faranno le piante sommerse", dice Huids, che consiglia ai coltivatori di mappare la situazione nel miglior modo possibile.

Mirtilli decimati
E' stato un inizio difficile del raccolto per molti coltivatori di mirtilli. Le forti piogge dell'ultimo periodo hanno causato problemi di qualità. L'azienda agricola del coltivatore di mirtilli Harm Valckx è sfuggita per un pelo ai danni.

"Abbiamo trasportato centinaia di carichi di sabbia. Ne abbiamo messo grandi sacchi lungo il Mosa. Molti volontari hanno lavorato instancabilmente per evitare che le dighe scoppiassero. Compresi quelli delle associazioni dei villaggi. C'è mancato davvero poco, una questione di pochi centimetri. Ma per fortuna ci siamo riusciti".

Le piante di Harm Valckx possono non essere state sommerse, ma la pioggia torrenziale ha fatto notevoli danni: ha fatto sì che le bacche si ammorbidissero e si spaccassero rapidamente.

"Alcuni frutti si stanno ancora spaccando nella cassa. Questa è la parte più difficile. Non si può già smistare tutta la frutta non idonea al momento della raccolta. Non sono visibili nemmeno durante la cernita".

I frutteti di mele e pere sotto l'acqua
Alcuni frutteti di pomacee lungo il fiume Mosa sono stati inondati. Come quelli della azienda frutticola della famiglia Görtz nella città di Baarlo. Le forti piogge hanno danneggiato gravemente le loro ciliegie. Anche i loro frutteti di pere e mele sono stati sotto l'acqua per diversi giorni. Non si sa ancora come andrà a finire. Questo è quanto riferiscono in un post su Facebook.

Alluvione nel Limburgo: danni nell'ordine di decine di milioni di euro
Potrebbe volerci altro tempo prima di poter tracciare un quadro più preciso dei danni causati dall'inondazione nel Limburgo (Paesi Bassi), ma gli assicuratori olandesi stimano i danni in un multiplo di 10 milioni di euro, secondo quanto riferisce 1limburg.

Circa il 15% dei terreni utilizzati per coltivare verdure, frutta, alberi e piante ornamentali in Limburgo è assicurata attraverso Vereinigte Hagel contro il clima estremo. Nel caso di pioggia, si tratta di raggiungere almeno 50 millimetri in 24 ore o 85 millimetri in 48 ore. Secondo l'agenzia di assicurazioni, non è possibile assicurarsi contro le inondazioni.

Secondo l'agenzia di assicurazione, i danni causati dalle forti piogge variano per coltura. "Ci sono colture come le patate che sono andate completamente distrutte dopo 24 ore sotto l'acqua. In quel caso il danno è del 100%". Poi, le ciliegie che sono un prodotto molto vulnerabile, perché quando i frutteti vengono inondati i frutti si spaccano. Vereinigte Hagel copre il rendimento che l'agricoltore riceverebbe effettivamente per il suo raccolto.


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto