Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

“Dopo anni di crescita, il consumo di angurie è stagnante”

L’annata 2021 è stata abbastanza positiva, per le angurie. Nel complesso, la domanda è stata forte, anche se le temperature medie, che quest'anno sono state più basse nel nord Europa, finora hanno portato a una domanda e a prezzi più bassi.

Hazera, azienda specializzata in varietà di mini angurie senza semi, afferma che i mercati più importanti sono le Americhe, ma sta crescendo molto l'interesse per l'Europa, così come le opportunità in nuove destinazioni.

Per noi quest'anno è stato piuttosto positivo per le angurie, afferma Federico Puyo, responsabile sviluppo prodotti di Hazera, con sede in Spagna: "In generale, abbiamo avuto una campagna abbastanza buona, nonostante la crisi del Covid-19. Ciò è in parte dovuto al fatto che i consumatori cercano un prodotto conveniente, facile da trasportare e con gusto, colore e durata di conservazione affidabili. Allo stesso tempo, l'anguria è un frutto rinfrescante e salutare, che può influire sulle preferenze del consumatore. La cosa positiva è che, negli ultimi cinque anni, il consumo di angurie risulta complessivamente in aumento, con alcuni Paesi europei che hanno visto un incremento di oltre il 10%".

Le esportazioni di Hazera includono diverse varietà di anguria senza semi. Puyo si sofferma su un paio di varietà esportate dai mercati esteri, come il Brasile e l'America Centrale. "Extazy rimane la mini anguria senza semi più sicura, come mini standard. La gamma si sta ora ampliando verso categorie più piccole, come la varietà Lynx, che ha fatto un passo avanti con il suo ingresso in Europa qualche anno fa, per le sue eccezionali qualità gastronomiche. Ultimamente stiamo aggiungendo una nuova varietà rivoluzionaria, la Expert, che dà valore aggiunto ai coltivatori perché è più resistente contro malattie come l'oidio, pur mantenendo le stesse qualità".

"La nostra produzione spagnola destinata alla stagione estiva si sta concentrando sulla Margay nella gamma da 4 a 4,5 kg, che viene introdotta per due scopi, sia come anguria grande senza semi per i supermercati sia tagliata fresca, il che significa che può servire entrambi gli importanti canali di vendita nei mercati del Nord Europa. Insieme alla nostra produzione per l’estate, abbiamo creato un concept per tutto l'anno con l’affidabile Lynx dal Brasile, come varietà di riferimento in inverno. E quest'anno, per consentire una qualità affidabile per tutto l'anno, abbiamo introdotto due nuovi ibridi: 50037 e 50041 per la produzione estiva spagnola, mentre il 50041 è adatto anche alla produzione biologica, a causa della resistenza all’oidio".

Sebbene la domanda sia stata complessivamente buona, le temperature non sono state alte in Europa e questo ha portato a prezzi più bassi nella stagione primaverile, spiega Puyo: "In generale, abbiamo iniziato bene, a livello di domanda. La produzione spagnola è partita in ritardo e con problemi di qualità, a causa delle cattive condizioni meteo, ma i produttori di Almeria hanno dovuto affrontare anche i prezzi più bassi, a causa del clima fresco nel nord Europa, dove la domanda è strettamente legata al clima. Inoltre, i coltivatori della stagione precoce di Murcia hanno dovuto affrontare sfide simili. Le superfici in Murcia si sono leggermente ridotte, ma sono aumentate in Castilla-La Mancha, quindi bisognerà vedere come andranno i prezzi nei prossimi mesi. La speranza è che i prezzi compensino le perdite della stagione primaverile".

"I nostri mercati principali sono ancora le Americhe, dal Nord al Sud America. Abbiamo una posizione forte in Messico e negli Stati Uniti con le nostre mini angurie senza semi, mentre il Messico è il principale fornitore per i retailer statunitensi. In Brasile, la maggior parte dell'esportazione delle nostre mini angurie è destinata ai mercati europei", afferma Christiaens Puyo

Hazera collabora con i coltivatori per testare nuove aree di coltivazione per le loro varietà: "Sulla base del clima, cerchiamo di trovare aree di produzione nuove e già esistenti, collaboriamo con coltivatori e acquirenti per testare nuove aree di espansione e gestione del rischio, per garantire una fornitura costante. Questo dipende molto anche dalle capacità dei coltivatori di lavorare secondo gli standard GlobalGAP. Mercati come Panama, Senegal e i Paesi nordafricani, nonché Portogallo e Paesi dell'Europa sudorientale (Balcani) hanno un potenziale di produzione, qualora soddisfino gli standard richiesti. Ultimamente, in parte a causa della situazione legata al Covid-19, i coltivatori hanno iniziato a considerare la produzione ‘local for local’ nei Paesi del nord Europa, quindi dove possibile li sosteniamo".

"C'è ancora molto da fare per educare il consumatore e supportare l'acquirente per creare una maggiore domanda per la categoria delle mini angurie senza semi, sottolineando anche i suoi benefici per la salute. Ultimamente siamo rimasti piuttosto sorpresi nel vedere in vendita nei supermercati le mini angurie senza semi e le varietà con micro semi nella stessa categoria, mentre entrambe le tipologie dovrebbero essere gestite diversamente. Le mini angurie senza semi sono compatte e non hanno semi, contengono solo semi a volte vuoti all'interno, mentre i meloni con micro semi contengono semi molto piccoli. Anche la qualità della polpa può differire, tra le due varietà. Le attività promozionali devono essere fatte in modo che i consumatori comprendano la differenza e non si confondano", conclude Puyo.

Per maggiori informazioni:
Federico Puyo Puyo
Hazera
Email: Federico.puyo@hazera.com
www.hazera.com 


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto