Tal Dagul della Agrifood Marketing, azienda d’esportazione israeliana del frutto

Vendite di datteri Medjoul: il Covid-19 ha favorito il passaggio dai mercati etnici/tradizionali ai supermercati

Dall'inizio della pandemia, Tal Dagul, che esporta da Israele i datteri Medjoul a marchio "Star Dates", ha visto un cambiamento nelle vendite di questo prodotto. "Non necessariamente nel volume venduto, quanto nei canali di vendita e nella tipologia di acquirenti. Abbiamo assistito a una maggiore domanda di datteri Medjoul in Europa da parte di consumatori più attenti alla salute e degli amanti dello sport. Fino a poco tempo fa, erano tradizionalmente i mercati generali ed etnici al centro dell'attenzione per le vendite di quetso prodotto".

In Germania, ad esempio, oggi il mercato principale è rappresentato dalle catene di supermercati, che si sono adattate rapidamente alla nuova situazione causata dal Covid-19. "Crediamo che le persone preferiscano acquistare prodotti sigillati e più piccoli, che hanno avuto il minimo contatto umano o addirittura non sono stati toccati affatto, e a prezzi accessibili".

"Pertanto, vediamo sempre più confezioni al dettaglio vendute nei supermercati, e anche le nuove catene distributive che prima non vendevano i datteri Medjoul, ora mostrano interesse per questo prodotto. Tale modello si sta verificando non solo in Germania, ma anche nei Paesi Bassi, in Francia e Spagna”.

Tal ritiene che ciò sia dovuto principalmente alla pandemia e ai lockdown locali che hanno causato la chiusura di molti dei normali canali di vendita come i mercati rionali, costringendo i consumatori a fare i loro acquisti nei supermercati locali. "L’abbiamo visto prima qui in Israele, con i supermercati che sono stati uno dei pochi canali autorizzati a rimanere aperti, poiché le persone dovevano acquistare i beni necessari. Questo è un altro motivo per cui abbiamo deciso di concentrarci sugli imballaggi al dettaglio anche in altri Paesi, e soprattutto in Europa. Il comportamento del mercato israeliano è stato per noi della Agrifood un banco di prova per studiare come funzionerebbe in Europa su scala più ampia, e ci ha anche aiutato a prevedere la domanda futura dei supermercati".

Nella prossima stagione, Israele rimarrà il più grande produttore mondiale di datteri Medjoul e continuerà a crescere di circa il 10% all'anno, poiché stanno entrando in produzione nuovi alberi.

"A causa del clima ottimale, la raccolta dovrebbe iniziare molto prima quest'anno, verso la fine di agosto-inizio settembre, rispetto all'anno scorso quando ha subito un leggero ritardo di 2 o 3 settimane. Inoltre, sugli alberi i frutti sono grandi e finora sembrano di ottima qualità. Dovremmo arrivare presto sul mercato europeo, ma questo dipenderà dal clima", continua Tal.

"Negli ultimi anni, molti israeliani hanno visto i vantaggi e le potenzialità della coltivazione e della vendita di datteri Medjoul, come è successo in Marocco, Egitto e Giordania. Sempre più agricoltori hanno convertito i loro raccolti in Medjoul, e i giovani che hanno lasciato la campagna per andare a studiare, ora stanno tornando per mettere su famiglia vicino alle aziende agricole e piantare i propri alberi di Medjoul. Oltre alla crescita naturale delle aziende veterane, c'è un costante aumento della produzione che prevediamo continuerà per almeno altri 5 anni, Tuttavia, è molto difficile prevedere cosa accadrà, sotto molti aspetti. Per ora, si registra una crescita costante".

"D'altra parte, la concorrenza potrebbe influenzare questa tendenza. Inoltre, il costo globale dei materiali di trasporto e imballaggio è aumentato del 15-20% e, considerando anche il tasso di cambio, rende più difficile la nostra attività di esportatori e agricoltori israeliani, poiché il profitto da qualche tempo risulta ogni anno in calo".

Il mercato principale della Agrifood, così come la maggior parte dei prodotti israeliani, è ancora l'Europa occidentale, anche se l'azienda investe grandi risorse e sforzi per promuovere questo frutto in tutto il mondo. Purtroppo ci sono ancora mercati che non hanno familiarità con i gustosi datteri Medjoul e i suoi benefici salutari.

Il Plant Council e Board of dates di Israele sta facendo investimenti importanti nella promozione del dattero Mejoul, perché pensa ci sia ancora un grande potenziale per questo frutto in tutto il mondo.

Israele vende i Medjool in Europa da quasi 40 anni, senza valutare nuovi mercati come l'Europa dell'Est, l'Asia, gli Stati Uniti o il Sud America. Bisognerebbe unirci come settore e impegnarci per aprire nuovi mercati ai datteri Medjoul. "Concentrarsi principalmente sul mercato europeo, senza un drastico cambiamento nel consumo di questo frutto, potrebbe comportare l’indebolimento di quel mercato".

"La Agrifood continuerà a concentrarsi sugli imballaggi per la vendita al dettaglio perché vediamo un futuro con un grande potenziale per questo segmento, in particolare dopo che tutti avremo imparato a convivere con il Covid-19", conclude Tal.

Per maggiori informazioni:
Tal Dagul
Agrifood
+972 50 4388866
Tald@agrifood.co.il 
www.agrifood-marketing.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto