ClimateAi

Nuova piattaforma che fornisce informazioni utili sul rischio climatico

ClimateAi, società pioniera nell'applicazione dell'intelligenza artificiale ai modelli di rischio climatico, ha recentemente annunciato il lancio della sua piattaforma Enterprise Climate Planning (ECP). La piattaforma ECP della ClimateAi offre alle imprese approfondimenti utili sul rischio climatico lungo le loro catene di fornitura. Il lancio coincide con la chiusura di un round di finanziamento di serie A da 12 milioni di dollari guidato dalla Radical Ventures, che opera nell’ambito dell'intelligenza artificiale, con la partecipazione di Finistere Ventures e FootPrint Coalition Ventures di Robert Downey Jr., per soddisfare la crescente domanda del mercato delle soluzioni della ClimateAi. Anche gli investitori esistenti, tra cui Neotribe, AMECloud e ThirdStream Partners, hanno partecipato, portando il finanziamento totale della ClimateAi a raggiungere finora un totale di 16 milioni di dollari.

"L'adattamento ai cambiamenti climatici è fondamentale per il futuro della nostra economia ed essenziale per il nostro futuro come specie", ha affermato Jon Schulhof, cofondatore della FootPrint Coalition Ventures. "ClimateAi è una piattaforma che fornisce approfondimenti a lungo termine sugli impatti meteorologici e climatici, fornendo alle aziende le informazioni di cui hanno bisogno oggi per intraprendere le azioni necessarie per adattarsi agli eventi climatici di domani. Mentre le economie cercano di affrontare la realtà del cambiamento climatico, la piattaforma ClimateAi favorisce la necessaria resilienza nelle nostre fragili catene di fornitura globali, dal cibo e dall'agricoltura all'industria, all'energia e non solo".

Attraverso la piattaforma della ClimateAi, i clienti possono ottimizzare le attività lungo tutta la filiera - pianificazione della produzione, stima della domanda e gestione dell'inventario - e migliorare la pianificazione strategica della catena di approvvigionamento per ridurre al minimo l'esposizione al rischio climatico e identificare nuovi siti di espansione climate-smart per coltivazioni e prodotti specifici.

"Ci siamo rivolti alla ClimateAi perché abbiamo visto l'impatto che il cambiamento climatico ha già avuto sulla nostra attività, in termini di instabilità della produzione. I modelli di apprendimento automatico della ClimateAi collegano le previsioni climatiche alle metriche che ci interessano: quantità delle scorte previste e qualità della nostra fornitura", ha osservato Doran Yonay, direttore per la produzione globale di sementi della compagnia Hazera.

Secondo il CDP (Carbon Disclosure Project), nei prossimi cinque anni, la catena di approvvigionamento alimentare globale dovrà affrontare rischi ambientali per un valore stimato in 1,26 trilioni di dollari. Con le temperature globali che continuano a salire a ritmi allarmanti e le più recenti previsioni dell'Organizzazione meteorologica mondiale - che prevedono condizioni meteo più instabili e l'ennesimo "anno più caldo mai registrato" entro il 2025, oltre a caldo da record, eventi estremi, aumento del livello del mare e altri impatti ambientali che metteranno a dura prova le nostre catene di fornitura - se le organizzazioni non avranno le loro strategie di adattamento al cambiamento, la loro sopravvivenza potrebbe essere messa a serio rischio.

Himanshu Gupta, amministratore delegato della ClimateAi.

"Abbiamo raggiunto un punto di svolta sull'adattamento climatico e si percepisce sempre più l’urgenza di adattare rapidamente le catene di fornitura al suo impatto. La pandemia, insieme all'anno più caldo fino ad oggi, ha focalizzato l'attenzione sulle vulnerabilità delle infrastrutture e delle catene di approvvigionamento del nostro sistema alimentare", ha affermato Himanshu Gupta, amministratore delegato della ClimateAi. "ClimateAi sta già aiutando i principali operatori della filiera agroalimentare a comprendere, gestire e comunicare meglio il rischio climatico, per migliorare la trasparenza e aumentare la redditività. La nostra piattaforma punta ad accelerare la transizione verso l'adattamento climatico attraverso le catene di fornitura, come ha fatto Fairtrade con l'approvvigionamento responsabile".


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto