Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Il prezzo dell'aglio cinese rimane alto

Secondo i dati disponibili, il volume delle esportazioni di aglio cinese è diminuito dell'1,83% nel primo trimestre del 2021, rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, a causa dell'apprezzamento dello yuan cinese.

La Cina ha esportato circa 510mila-610mila ton di aglio nel periodo compreso tra gennaio e aprile di quest'anno mentre, nello stesso periodo dello scorso anno, il volume delle esportazioni di aglio era di 520mila-570mila ton.

I dati di maggio non sono ancora stati ufficializzati, ma le previsioni non sembrano buone. Il motivo principale del calo delle esportazioni di aglio nel primo trimestre, è proprio l'aumento del prezzo del bulbo. Il costo attuale dell'aglio misto è di circa 4,6-5 yuan [0,71-0,77 dollari] al kg, mentre a giugno dello scorso anno lo stesso aglio costava solo circa 2-2,2 yuan [0,31-0,34 dollari] al kg. Si tratta di un aumento del 128,57%. Il prezzo elevato esercita un'enorme pressione sull'esportazione di aglio cinese.

"La nostra analisi mostra che l'impatto dell’apprezzamento della valuta cinese sull'esportazione di aglio è relativamente limitato. Lo yuan cinese continua a salire, ma molto più lentamente rispetto ad aprile e maggio. Il periodo di punta delle esportazioni di aglio cinese è iniziato ufficialmente all'inizio di giugno, ma il volume è risultato decisamente inferiore rispetto allo scorso anno, proprio perché il prezzo di spedizione è eccessivamente alto. Alla fine, l'aumento del prezzo dell'aglio da esportazione non riesce a compensare il calo del volume delle esportazioni. Ecco perché il valore complessivo delle spedizioni all'estero è diminuito rispetto allo scorso anno", secondo Annie Chen, responsabile alle vendite della Jining Fenduni Foodstuff Co., Ltd.

Il costo di impianto dell'aglio, incluso l'affitto dei terreni, i prodotti chimici agricoli, i fertilizzanti e la manodopera, è cresciuto notevolmente, nel 2021. Ecco perché quest'anno il prezzo dell'aglio cinese è aumentato. Le società d'esportazione devono affrontare l'aumento del costo delle materie prime e dei costi di spedizione, oltre all'apprezzamento dello yuan cinese. Inoltre, la pandemia crea ancora ostacoli alla distribuzione globale, e la carenza di container fa aumentare ulteriormente i costi di spedizione. Le società d’esportazione vedono ridursi ogni giorno il loro margine di profitto.

Secondo Annie Chen: "Molti Paesi in tutto il mondo hanno registrato una significativa diminuzione dei contagi di Covid-19 e alcuni Paesi stanno allentando le misure restrittive, soprattutto in Europa. Questo consente una ripresa della domanda. Inizialmente il prezzo dell'aglio sul mercato è stato molto alto e i clienti non riuscivano a far fronte a questa situazione ma, dopo un periodo di adeguamenti del mercato, ora i clienti si sono adattati al nuovo prezzo. Ecco perché il volume delle esportazioni, seppure lentamente, sta nuovamente aumentando".

Jining Fenduni Foodstuff Co., Ltd. attualmente esporta l’aglio principalmente in Africa, Medio Oriente ed Europa. L'azienda esporta aglio bianco, soprattutto quello di piccolo calibro, e l’aglio viola di calibro più grande.

Per maggiori informazioni:
Annie Chen - direttore alle vendite
Jining Fenduni Foodstuff Co., Ltd.
+86 18678710377 (WhatsApp, WeChat, Viber)
Skype: fenduni5
annie@china-garlic.com
www.garlics.com / www.china-garlic.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto