Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Jan Rozema, SFI Rotterdam

Diversificazione produttiva nell'agrumicoltura sudafricana

In Europa, è iniziata la stagione agrumicola controstagionale. "Ormai già da alcune settimane riceviamo i pompelmi sudafricani. La fornitura è abbondante, ma nelle prossime settimane diminuirà", afferma Jan Rozema della SFI Rotterdam. "Con questo clima caldo, arance e pompelmi non sono prodotti molto richiesti. Diversamente, sta aumentando il consumo di limoni e succhi di frutta. Ciò è in parte dovuto all'allentamento delle misure anti Covid-19 nel settore europeo dell'ospitalità. Anche il mercato del lime è cresciuto molto, dopo un lungo, difficile periodo".

"La fornitura di limoni sudafricani non è ancora granché abbondante. Aumenterà tra alcune settimane. L'Argentina è ancora un po' riluttante a inviare limoni, soprattutto perché la Spagna dispone tuttora di grandi volumi sul mercato. Ma la pressione dalla Spagna non è così negativa come potrebbe sembrare. I limoni Verna sono piuttosto grandi, con una shelf life limitata".

"Da allora, il mercato ha iniziato a stabilizzarsi. Il prezzo è compreso tra 15,00 e 16,50 euro per i calibri migliori. Il Sudafrica può essere soddisfatto. Il mercato del Medio Oriente ha subito forti pressioni alcune settimane fa e, da allora, l'attenzione è più sull'Europa", dice Jan.


Limoni argentini

"Abbiamo iniziato con le prime Navel, il cui mercato è solitamente limitato. C'è la concorrenza del Marocco e dell'Egitto, in particolare con le varietà tardive Valencia. I prezzi rimangono abbastanza stabili su tutta la linea. Sono solo le Valencia tardive di calibro grande a subire la pressione maggiore".

"I piccoli calibri stanno attualmente trovando la loro strada nel settore della ristorazione. L'Egitto continuerà ancora per qualche settimana. Poi il Sudafrica subentrerà con le Valencia precoci. E' ancora difficile prevedere come andrà l'estate. Se si allenteranno le misure anti Covid-19, penso che si continueranno a vendere spremute di arance, limoni e lime", aggiunge Jan.

"Il mercato dei mandarini d'oltreoceano è partito bene, con i Satsuma peruviani e sudafricani. Non ci sono molti calibri grandi, sul mercato, quindi il commercio rimane abbastanza stabile. Tuttavia, i calibri piccoli sono stati sottoposti a maggiori pressioni. Sono arrivate in commercio anche varietà come Clementine, Nules, e Nova". Secondo Rozema, finora ci sono stati pochi ritardi, nonostante la carenza di container.


Mandarini Nova dal Sudafrica

La scorsa settimana, il Sudafrica ha ottenuto l'accesso al mercato delle Filippine. Dopo 12 anni di trattative, ora possono esportare agrumi in quel Paese. Alla domanda se questi nuovi accordi determineranno delle conseguenze sul commercio europeo, Jan risponde: "Nessuno vuole dipendere troppo soltanto da determinati mercati. Bisogna trovare sempre un equilibrio. C'è stato un aumento delle piantagioni di mandarini e limoni tardivi in Sudafrica e questo significa che hanno bisogno di una buona distribuzione delle vendite. Penso che l'Europa sarà sempre un mercato importante, per il Sudafrica. Ma si apriranno anche ad altre destinazioni".

Per maggiori informazioni:
Jan Rozema
SFI Rotterdam BV
Tel: +31 (0) 102 445 022
Email: jrozema@sfifruit.com  
Website: www.sfifruit.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto