Avvisi

Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Crown Italia

Carenza di materie prime e prezzi alle stelle per il packaging alimentare

L'impatto socio-economico e sanitario della pandemia non ha creato solo un clima di incertezza e fragilità quando, in pieno lockdown, il virus mieteva vite umane. Oggi infatti, in una situazione nettamente migliorata - grazie alla scienza che sta contenendo il virus - emergono tutte le contraddizioni dell'economia globale. Nei primi mesi della pandemia, i valori dei prezzi delle materie prime sono crollati del 20-30%; adesso al contrario, con la ripresa, i prezzi sono saliti vertiginosamente considerata l'estrema difficoltà dei mercati a reperirle. FreshPlaza ha raggiunto telefonicamente Claudio Saviotti, direttore commerciale di Crown Italia per comprendere le difficoltà del comparto agroalimentare nel reperire imballaggi per il settore food & beverage.

"Per un Paese come l'Italia, che non produce materie prime, la difficoltà negli approvvigionamenti costituisce un problema serio. Negli ultimi anni, i mercati asiatici hanno consegnato molta merce al resto del mondo. La Cina, in particolate, in questa fase di ripresa dalla pandemia sta giocando un ruolo importante perché, avendo superato prima degli altri Stati l'emergenza sanitaria, ha pianificato di tutelare il proprio mercato interno limitando l'export, nell'ottica di accumulare scorte ormai esaurite nel periodo della piena pandemia. In estrema sintesi, i cinesi hanno comunicato ai trader e agli operatori commerciali la frenata dei contratti di fornitura nel 2021, scoraggiando così l'esportazione che, di fatto, non si è mai interrotta ma indubbiamente ridotta".

Più in generale, è chiaro che con la ripartenza della Cina, degli Stati Uniti e dell'Europa tutta la filiera dell'acciaio e della banda stagnata ne hanno risentito, anche in virtù della duplice congiuntura: carenza di scorte di magazzino e una domanda altissima con prezzi alle stelle superiori del 50% rispetto allo scorso anno".

Crown è una multinazionale americana quotata in borsa, tra i leader sul mercato internazionale degli imballaggi grazie a innovazioni tecnologiche come i coperchi easy open, oggi massicciamente usati nel settore alimentare, ma anche in altri settori merceologici.

Crown Holdings è tra i principali fornitori di lattine in acciaio e in alluminio per alimenti e coperchi a strappo di facile apertura. Il prodotto di punta, appunto la lattina in metallo, spiega il successo di Crown anche nel campo della sostenibilità, in quanto l'alluminio e l'acciaio possiedono caratteristiche ottimali: possono essere riciclati al 100% e riutilizzati all'infinito per dare vita ogni volta a nuovi prodotti.



La difficoltà a reperire materie non riguarda solo il comparto agroalimentare - che per esempio per il confezionamento dei pelati o della polpa di pomodoro necessita di acciaio e di banda stagnata - ma di tutti quei settori che utilizzano commodities come petrolio, rame, legno, alluminio, cobalto, ferro etc.


"Sebbene non possiamo nascondere che la situazione sia difficilissima - conclude Claudio Saviotti - siamo in grado di onorare i contratti stipulati con i nostri clienti. Eventuali forniture superiori rispetto a quanto contrattualizzato le valuteremo al momento. In ogni caso, c'è da sperare che cambi qualcosa rispetto alla situazione attuale, considerato che non abbiamo né materia prima né capacità produttiva per far fronte alle richieste straordinarie provenienti dai mercati globali".


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto