Insalata di Lusia IGP: +20% di produzione rispetto al 2020

Con la riapertura totale del macrosettore dell'HoReCa – che comprende alberghi, bar e ristoranti - l'Insalata di Lusia IGP (l'unica lattuga europea che può fregiarsi del marchio di qualità ad Indicazione Geografica Protetta assegnato dall'UE) registra un +20% di produzione rispetto allo scorso anno. Nonostante questi ottimi risultati, secondo gli ultimi bollettini del Mercato ortofrutticolo di Lusia, vero e proprio punto di riferimento del territorio, per la varietà Gentile ai produttori vengono riconosciuti appena 50 centesimi al kg, mentre per la Cappuccia 70 centesimi al kg.

"Ben al di sotto dell'equo prezzo che andrebbe applicato a questa nostra eccellenza – fa notare Cia Rovigo – Ovvero, una cifra compresa fra un euro e un euro e 20 centesimi al kg: si tratta della soglia minima per registrare un seppure minimo guadagno a beneficio degli imprenditori agricoli". Stando agli ultimi dati diramati da Veneto Agricoltura, sono 100 ettari gli ettari vocati a questa IGP, distribuiti tra la provincia di Rovigo (Lusia, Badia Polesine, Lendinara, Costa di Rovigo, Fratta Polesine, Villanova del Ghebbo) e quella di Padova (Barbona, Vescovana e Sant'Urbano). La stima, nel 2021, è di circa 2.000 quintali di insalata IGP prodotta.

Clicca qui per leggere di più.

Fonte: RovigoOggi


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto