Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Luan Swart – Blue Drop Berries

Domanda di more sostenuta dalla coltivazione dei mirtilli

"Insieme ad altri produttori stiamo riempiendo la valle di mirtilli", afferma Luan Swart, amministratore delegato della Blue Drop Berries, a Lydenburg, sulla scarpata di Mpumalanga dove nel 2017 hanno creato un’azienda indipendente di coltivazione di mirtilli.

I mirtilli sono in commercio da settembre a dicembre. Attualmente gli impianti stanno aumentando le unità di refrigerazione.

A destra: mirtilli con eucalipto, preziosissimo come foraggio per le api

Inoltre, i suoi figli gestiscono un apiario, il che significa che hanno le api per la fioritura, che inizierà il mese prossimo.

"Usiamo pochissimi prodotti chimici perché, sin dall'inizio dell’attività, abbiamo adottato un approccio diverso, più biologico. I prodotti chimici funzionano nel breve periodo, ma hanno conseguenze a lungo termine. Sin da subito abbiamo lavorato con un fisiologo vegetale per capire come potevamo ridurre il nostro uso di sostanze chimiche, rafforzando la pianta e introducendo insetti predatori come le coccinelle. Una o due volte l'anno è necessario fare i trattamenti, ma lo facciamo molto presto la mattina, prima che si attivino le api".

Mirtilli nella valle di Lydenburg (foto fornite dalla Blue Drop Berries)

Estensione delle coltivazioni di more
L'anno scorso, dopo che un cliente del Medio Oriente ha richiesto more e mirtilli, l'azienda ha piantato, come alternativa, 5 ettari di more. Il primo raccolto è previsto da metà novembre a metà dicembre di quest’anno.

"Il mercato dei mirtilli cresce ogni anno e, con esso, è aumentata enormemente la richiesta di more. Ai consumatori piace avere un cesto di piccoli frutti perché li conoscono e ne mangiano sempre di più ogni anno. La domanda di more è improvvisamente aumentata. Le fragole, di produzione di altri coltivatori, completano la nostra offerta in Medio Oriente".

Sempre più spesso i piccoli frutti non vengono confezionati in azienda, ma inviati sfusi, in cartoni da 2 kg e 4 kg, ai clienti in Europa.

Inizialmente tutti i frutti venivano aviotrasportati, il che era conveniente considerata la vicinanza di Johannesburg, ma il passaggio dello scorso anno al trasporto marittimo ha fatto sì che la maggior parte venisse trasportata su camion a Città del Capo.


Luan fa notare che all'inizio le informazioni non erano facilmente disponibili, il che li ha obbligati a fare dei test sui diversi metodi di semina, con il vantaggio di aver imparato che cosa funziona meglio nella loro zona.

Fare da soli ha significato piantare varietà ben consolidate come Legacy e Star ed evitare la potenziale trappola di varietà nuove e non testate. In un settore giovane e dinamico come quello dei mirtilli, in cui i produttori stanno cercando di andare avanti e guadagnare terreno con nuove varietà, Luan dice che a volte i coltivatori hanno poco tempo per provare nuove varietà di mirtilli, prima di adottarli su larga scala. E' stato condotto uno studio in tutte le industrie sudafricane orientate all'esportazione, elaborando tutti i loro modelli finanziari, dai quali è risultato evidente che erano i mirtilli a offrire i vantaggi maggiori. Il livello di controllo consentito dall'idroponica lo stimolava.

"In altre parti del mondo le piantagioni di mirtilli vengono effettuate in pieno campo, ma in Sudafrica non funziona. Per questo motivo, utilizziamo sistemi di coltivazione idroponica su substrato. Si tratta più del drenaggio del terreno che del pH. In Sudafrica, in molte aree dove il clima è adatto alla produzione di mirtilli, la capacità drenante del suolo non è sufficiente, a causa dell'alto contenuto di argilla".

Trasformazione attraverso joint venture con produttori esistenti
"Molte persone ci contattano per sapere come possono entrare nel settore, ma creare un'unità di produzione di mirtilli costa più di 20 milioni di rand, quindi abbiamo iniziato a esaminare un modello che consentisse agli investitori di entrare nel settore. Le piante rimangono il patrimonio dell'investitore, che può scambiare questi beni. In passato, i medici acquistavano fattorie da gestire nel fine settimana, ma oggi si rendono conto che l'industria è troppo competitiva per operare con profitto a tempo parziale".

Luan continua: "Il nostro obiettivo è duplice: ci autofinanziamo, attirando altri innovatori e, allo stesso tempo, effettuiamo la trasformazione. La creazione di nuove aziende agricole di mirtilli richiede gestori di aziende agricole esperti. Le joint venture sono più facili sotto forma di espansione da parte di grandi produttori esistenti che già conoscono il settore. Questa è un'opportunità per noi poiché non siamo limitati da royalties e varietà chiuse".

Sfortunatamente, dice Luan, l'incentivo fiscale per investire nelle società della Sezione 12 J per stimolare l'economia locale, sta per scadere alla fine di questo mese. Il modello che stanno immaginando si adatterebbe bene a questo pacchetto di incentivi, da un lato perché ridurrebbe gli ostacoli per entrare in un'attività orientata all'esportazione, e dall'altro si guadagnerebbe capitale straniero e si fornirebbero alti livelli di occupazione rurale.

"Se il Rand aumenta di valore rispetto al Dollaro, solo una certa parte dei costi di produzione annuali è legata a questo cambio, ma ne è legato l’intero reddito. Questo è il grande impulso dietro il nostro modello. Il Rand forte sta aiutando la nostra attuale espansione, il terreno di coltura, i sistemi di irrigazione, il materiale vegetale".

L'anno scorso, verso la fine della finestra di commercializzazione sudafricana, l'azienda ha perso alcuni container di mirtilli, a causa del nervosismo creato da questioni legali nate tra altri gruppi di esportatori e i loro coltivatori, che li hanno colpiti come indipendenti. L'anno scorso, il mercato locale ha ceduto sotto i volumi di mirtilli che non potevano essere esportati, e ha anche mostrato alcune carenze nella catena del freddo locale, secondo Luan.

"C'è molto ottimismo nel settore dei mirtilli", conclude. L'industria offre ancora un sicuro ritorno su un'area limitata, che poche altre colture possono fornire.

Per maggiori informazioni:
Luan Swart
Blue Drop Berries
+27 84 513 7897
admin@bluedropberries.co.za


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto