UE: nel 2020 saranno rimossi i dazi sulle banane latinoamericane

Entro il 2020, le norme di importazione in vigore nell'Unione Europea per i fornitori di banane dell'America Latina cambieranno. Questo perché l'UE revocherà molti dei dazi tuttora vigenti su questo prodotto, riducendo quindi gli oneri per gli esportatori di banane.

Secondo quanto riferito dalla Corporazione Corbana, in quell'anno il 96% degli esportatori latinoamericani, inclusi quelli del Costarica, pagheranno 75 euro a tonnellata, un dazio molto più basso di quello attuale. 

Al momento c'è un meccanismo progressivo di liberalizzazione del mercato, mediante il quale viene stabilita una quota (in termini di volumi) per ogni Paese esportatore, superata la quale è dovuto il versamento di un dazio approvato in sede OMC-Organizzazione Mondiale del Commercio.

Una volta che il mercato sarà aperto, esportatori come Ecuador, Colombia, Costa Rica, Panama, Guatemala, Perù, Nicaragua e Honduras potranno spedire più banane, praticamente a zero restrizioni.

"La definizione di un quantitativo massimo per ogni Paese firmatario degli accordi di liberalizzazione era una misura che l'EU ha stabilito per poter proteggere i suoi produttori comunitari, come: Isole Canarie, Madera, Guadalupa e Martinica e le ex colonie europee", spiega Jorge Sauma, presidente Corbana.

Nel caso delle esportazioni costaricane, il tutto si basa sull'Accordo di Associazione UE-America Centrale, siglato nel 2013, che stabilisce che il dazio sulle banane d'importazione sarebbe statoa gradualmente ridotto dai 145 euro ai 75 euro a tonnellata entro il 2020.

Fonte: larepublica.net

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto