Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Rolf Weber (Global Producers) sull'imminente conclusione della campagna del Costa Rica

Una stagione di successo per i meloni controstagionali nonostante i costi più alti

In Costa Rica, la stagione dei meloni di quest'anno si concluderà nella 19ma settimana, come da programma, con le angurie senza semi e diverse varietà di mini angurie. A seguire, raggiungeranno il mercato gli ultimi meloni Galia (settimana 20) e i meloni gialli o Cantalupo (settimana 21-22), come riferisce Rolf Weber, amministratore delegato della Global Producers.

I prezzi medi di questa stagione sono stati più alti rispetto agli anni precedenti, dall'inizio delle esportazioni nella seconda settimana del 2021 fino alla fine della stagione, e anche i tassi in dollari sono risultati da 8 a 10 volte più alti rispetto allo scorso anno, ha detto Weber. "Pertanto, nonostante i costi notevolmente più alti, la stagione dei meloni di quest'anno è stata un successo economico e finanziario", conclude Weber.


Rolf Weber in un campo di meloni

Nella regione di coltivazione dei meloni del Pacifico, da ottobre a oggi le temperature notturne sono state di 2-3 gradi più basse del solito e troppo fredde per una produzione media, dice Weber. E aggiunge: "Ciò significa che la resa è stata più o meno la stessa degli anni precedenti, ma i calibri non si sono sviluppati come volevamo. A causa della mancanza di grandi frutti, c’è stata una produttività per ettaro inferiore del 20-30%. Inoltre, c’è stata una percentuale più alta di pezzature più piccole che sono più difficili da commercializzare e, in alcuni casi, non rientrano nei programmi di vendita al dettaglio di prodotti alimentari".


La semina presso l’azienda di meloni gialli "Cabo Blanco", che affaccia sull'Oceano Pacifico.

Sviluppo di nuove varietà e tecnologie di coltivazione
Le nuove e moderne varietà, con le loro resistenze e l'uso mirato di fitofarmaci mediante la tecnologia dei droni, hanno portato a una stagione molto buona a livello qualitativo, prosegue l'importatore di frutta. "Anche i problemi nelle aziende agricole e nelle stazioni di confezionamento legati al Covid-19 sono risultati gestibili e non hanno causato seri problemi alle esportazioni. Tuttavia, sono stati sostenuti dei costi aggiuntivi, a causa delle misure e delle precauzioni prese per contenere i contagi".


Uso e irrorazione di prodotti per la protezione delle colture mediante sorvolo con droni.

Soprattutto, il cattivo servizio reso da alcune compagnie di navigazione, così come i problemi nei porti che continuano da mesi, hanno reso questa stagione difficile e costosa. "Al contrario, oggi possiamo essere contenti che non siano stati importati in Europa volumi regolari di meloni, con rese per ettaro nella media, altrimenti non sarebbero stati mai raggiunti i prezzi più alti che hanno consentito di controbilanciare i costi", spiega Weber.

"Spesso meno è meglio"
"Negli ultimi anni, iniziando con il Brasile e finendo con l'America Centrale, sono stati importati volumi di meloni troppo abbondanti, motivo per cui il mercato complessivo e le quotazioni sono stati sottoposti a pressioni sproporzionate, e non sono stati raggiunti risultati economici soddisfacenti. In futuro, dovremmo seguire il principio: spesso di meno è meglio".

Per maggiori informazioni:
Rolf Weber
Global Producers B.V.
Venrayseweg 136 B
5928 RH Venlo
T (077) 465 81 00
F (077) 387 48 18
Rolf@global-producers.nl 
www.global-producers.nl        


Data di pubblicazione:
© /



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto