Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Kees van den Bosch, di Freeland

Ortaggi: forte richiesta per alcuni prodotti

Sul mercato degli ortaggi coltivati all'aperto c'è una forte domanda per alcuni prodotti. "Prendiamo ad esempio il cavolfiore, la cui popolarità è nettamente aumentata durante la pandemia di Coronavirus. La richiesta era già buona l'anno scorso, e quest'anno stiamo osservando lo stesso andamento. Attualmente offriamo sia i cavolfiori spagnoli sia quelli francesi e stiamo raccogliendo i cavolfiori invernali olandesi. Non si ha mai la certezza di trovarli sul mercato, ma per il momento ne abbiamo a disposizione alcuni quantitativi. Il cavolfiore è molto richiesto dai nostri clienti, soprattutto in Europa centrale e in Scandinavia e il broccolo è sulla stessa scia".

Anche i porri godono di una buona domanda. "L'offerta si è notevolmente assottigliata dopo il periodo di gelo, e i porri sono scarsi e costosi. Prima di Pasqua, il cipollotto era arrivato addirittura a un livello di circa 1,50-1,60 euro, ma nel frattempo il mercato si è un po' normalizzato e il prezzo è sceso a 1-1,20 euro. Mi aspetto che le quotazioni restino alte ancora per un po'. Normalmente, in questo periodo ci arrivano i porri spagnoli, ma al momento siamo noi ad esportarli in Spagna!"

Non si può certo dire che la situazione sia eccellente per tutte le verdure coltivate all'aperto. "La qualità delle carote è stata scarsa per tutta la stagione. Ciò si riflette anche nella domanda. Il mercato dei cavoli sta andando bene, con prezzi stabili, anche se il cavolo cappuccio in particolare tende ad avere valori bassi. Il cavolo rosso è un po' più caro", dice il commerciante di verdure da campo.

Nel frattempo, Freeland ha iniziato a importare anche cipolle rosse e dorate biologiche dall'Egitto. "La stagione olandese delle cipolle rosse è terminata. C'è poco spazio sul mercato per le cipolle convenzionali, ma il mercato biologico è più favorevole. Questa settimana riceveremo anche le cipolle bianche dall'India".

Dall'Egitto, Freeland importa anche le zucche. "Un altro articolo che ha beneficiato della pandemia - osserva Kees - Tradizionalmente si tratta di ortaggio autunnale, ma l'anno scorso i clienti hanno continuato a chiedere zucche fino alla fine di maggio. E, perché no, una zuppa di zucca è buona anche in primavera!".

Per maggiori informazioni:
Kees van den Bosch
Freeland 
Nijbracht 126
7821 CE Emmen
+31(0)591 670570
kees@freeland.nl     
www.freeland.nl     


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto